RIVOLUZIONE MILAN: TAECHAUBOL, MONTELLA E DUE CAMPIONI

RIVOLUZIONE MILAN: TAECHAUBOL, MONTELLA E DUE CAMPIONI

Bee Taechaubol (fonte foto: www.eurosport.yahoo.com)
Bee Taechaubol (fonte foto: www.eurosport.yahoo.com)
Mr Bee” al Milan. Si, no, forse, adesso di nuovo si. Bastano queste poche parole per sintetizzare l’ascesa del broker thailandese in Casa Milan. Presentato a dicembre come uomo forte per il nuovo Milan, Bee Taechaubol è un personaggio dell’alta finanzia thailandese, non un tycoon, ma un uomo con alle spalle grandi gruppi di investimento. Un personaggio che ha sempre fatto discutere e su cui manca chiarezza, ma che sembra molto determinato a rilevare il Milan.Eppure, nonostante i dubbi, la trattativa per il passaggio di mano del Milan prosegue, senza intoppi e presto (in cambio del 25% della società), potrebbero arrivare 250 milioni di euro nella casse rossonere, una cifra che permetterebbe di rilanciare il Milan, non solo in Italia, ma nel mondo e che permetterebbe alla famiglia di Berlusconi di mantenere, almeno per qualche anno ancora, il controllo totale sulla società.Con un capitale di questo livello il Milan potrebbe infatti chiudere una buona parte dei suoi debiti con le banche (che ammontano ad oltre 240 milioni di euro) e conservare comunque un tesoretto importante per il calciomercato ed un nuovo progetto.  Progetto che vedrebbe alla guida del Milan Vincenzo Montella. Il tecnico della Fiorentina è da sempre un pallino di Adriano Galliani e soprattutto Silvio Berlusconi. Un giovane allenatore italiano che ottiene grandi risultati, ma che soprattutto gioca un calcio propositivo e spettacolare, quello che al Milan non si vede ormai da anni.A Firenze, non a caso, si stanno muovendo per il suo successore (si parla del “Loco” Bielsa) e Montella potrebbe davvero essere l’uomo giusto per il rilanciare il Milan, ma serviranno anche grandi giocatori, soprattutto in mezzo al campo, dove il Milan è più carente e dove l’ex “Aeroplanino” è abituato ad avere tanta, tantissima qualità. Difficile fare nomi adesso, ma ecco che il famoso tesoretto, il ritrovato appeal del Milan, la capacità di Adriano Galliani di trattare con squadre di primissimo livello, torneranno di moda prepotentemente e i tifosi, forse, potranno tornare a sognare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy