RINNOVO ABATE-MILAN: DETTAGLI, DUBBI E COSTI

RINNOVO ABATE-MILAN: DETTAGLI, DUBBI E COSTI

Ignazio Abate (Fonte foto: www.calciomercatonews.com)
Ignazio Abate (Fonte foto: www.calciomercatonews.com)
LA FASCIA TANTO CARA. Una decina di anni fa, su quella fascia sfrecciava il pendolino Cafu. Anni prima Tassotti e Panucci.La fascia destra di difesa del Milan è stata sempre occupata da un grande giocatore, dato che ogni vittoria rossonera è spesso partita dalle retrovie e da una grande difesa.Da qualche anno, quella fascia è occupata da Ignazio Abate, prodotto del vivaio rossonero, nato come esterno di centrocampo, e dopo tanti prestiti, inventato da Leonardo come esterno destro di difesa.LE ULTIME STAGIONI. Abate ha alternato buone prestazioni ad altre prestazioni negative. Il difensore campano ha sempre difettato nella continuità, nonostante un impiego quasi sempre costante nell’undici da titolare. Allegri ha sempre puntato su di lui, meno Seedorf, che sembrava non avere troppa fiducia nel numero 20 rossonero. Abate, rappresentato dal top dei procuratori, Raiola, è entrato nell’ultimo anno di contratto senza dare segni di cercare o volere il rinnovo contrattuale.RINASCITA E RINNOVO. Con l’arrivo di Inzaghi sulla panchina del Milan, al rientro dal fallimentare Mondiale brasiliano, Abate sembra essere un altro: si allena benissimo, viene schierato sempre, De Sciglio costretto ad adattarsi a sinistra. Grandi partite, sempre decisivo: assist a ripetizione per i compagni, preciso dietro, volenteroso in avanti. Lui che di assist perfetti ne faceva davvero pochi.E il Milan ora si è convinto. Il rinnovo sembra ad un passo. Tre anni di contratto in più, fino al 2018, aumento di stipendio dagli 1.8 mln attuali ai 2.5 mln futuri. Chi è che fa l’affare? Il Milan, blindando un difensore che se continua a giocare così, vale un Top Player?O Abate? Che è l’unico giocatore capace in questi momenti di ottenere un sostanzioso aumento salariale?O Raiola? Che è il manager capace di tutto, anche dei rinnovi impossibili?Ai posteri l’ardua sentenza. Nel frattempo si spera che non sia un fuoco di paglia, ma che il buon Ignazio continui ad essere il trascinatore di questo inizio di stagione, perchè, di giocatori così, il Milan ne ha bisogno come il pane. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy