OCCHIO ALLA CLASSIFICA: MILAN, L’EUROPA E’ SEMPRE PIU’ LONTANA

OCCHIO ALLA CLASSIFICA: MILAN, L’EUROPA E’ SEMPRE PIU’ LONTANA

La desolazione dei giocatori rossoneri (gazzetta.it)
La desolazione dei giocatori rossoneri (gazzetta.it)
Dopo aver definitivamente salutato le già minime speranze di arrivare al terzo posto a causa di un Gennaio horribilis, la sconfitta di sabato allo Juventus Stadium fa scivolare il Milan ancor più indietro in classifica, mettendo seriamente a rischio anche la possibilità di lottare fino alla fine per un posto in Europa League.  Anzi, i freddi numeri (che però non mentono mai) ci parlano di un Milan più vicino alla zona retrocessione che a quella Europa League: 9 sono infatti i punti di vantaggio dei rossoneri sul Chievo che occupa attualmente il terzultimo posto e che recupererà in settimana la sua gara del Tardini contro Parma.Il Milan si trova quindi al 9° posto in coabitazione con Genoa, Inter e Sassuolo staccato di ben 5 punti dalla Lazio che occupa attualmente il quinto posto, l’ultimo (al netto di eventuali incroci favorevoli nella finale di Coppa Italia) che garantirebbe l’accesso all’Europa League; come se non bastasse la squadra di Pioli ha attualmente una partita in meno e stasera ospiterà un Genoa, ultimamente in calo, e avrà quindi buone possibilità di allungare ulteriormente.La quota Europa League, quindi, è più concretamente rappresentata dai 35 punti della Fiorentina, vittoriosa oggi in zona cesarini per 3 a 2 contro l’Atalanta: 6 punti, visto soprattutto il trend della squadra in termini di risultati e prestazioni, iniziano ad essere davvero tanti ed urge quindi darsi una svegliata e cambiar marcia. Iniziando a guardare la classifica dal basso, troviamo il Genoa che pur avendo una partita in meno ha gli stessi 29 punti del Milan ed in caso di risultato positivo all’Olimpico scavalcherebbe i rossoneri ed il Sassuolo grazie al pareggio ottenuto a Marassi; a 30 troviamo invece il sorprendente Palermo che nel posticipo di ieri sera a San Siro ha però interrotto il momento positivo cadendo per mano dell’Inter.A 31 punti sale il Torino che, a differenza del Milan, dopo la sosta natalizia ha iniziato a volare e, sabato ha ottenuto a Verona la quarta vittoria consecutiva superando quindi di due lunghezze i rossoneri. Detto della Lazio momentaneamente ferma a 34, a 35 punti troviamo la Fiorentina e la Sampdoria che appunto ha pareggiato in casa contro il Sassuolo per 1-1. Il terzo posto è distante ormai la bellezza di 13 punti ed è occupato in maniera sempre più salda dal Napoli che ha sconfitto l’Udinese per 3-1 al S. Paolo confermando di essere una delle squadre più in forma del campionato.I rossoneri devono quindi iniziare a guardare seriamente la classifica sia perché anche l’Europa League si sta pericolosamente allontanando, sia perché urge al più presto raggiungere i famosi 40 punti per non vivere un finale di campionato drammatico.  Il Milan deve quindi cambiare marcia, sfruttando al meglio le prossime quattro partite (tre delle quali in casa) contro Empoli, Cesena, Chievo e Verona che, sulla carta, non sembrano cosi proibitive nemmeno per questo Milan. Ovviamente, col passare delle domeniche diventerà importante vedere i risultati delle concorrenti per cercare di rimanere in corsa per l’Europa: per sistemare la classifica il Milan deve quindi vedersela innanzitutto contro se stesso e poi pensare ai punti di distacco dal quinto posto e alle diverse squadre ormai iscritte alla corsa Europa League.Gaetano De Pippo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy