NIENTE PAURA, CI PENSA DIEGO LOPEZ

NIENTE PAURA, CI PENSA DIEGO LOPEZ

Commenta per primo!

Diego Lopez, portiere del Milan - fonte: mondedufoot.fr
Diego Lopez, portiere del Milan – fonte: mondedufoot.fr
Diego Lopez, arrivato al Milan quest’estate, è stato accolto dallo scetticismo generale soprattutto per l’età e per un contratto abbastanza oneroso, un quadriennale da  ben 2,5 milioni netti l’anno.L’ex Real invece ha conquistato allenatore e tifosi grazie alle ottime prestazioni fornite in questi primi mesi rossoneri. Già nella prima partita contro la Lazio si è presentato nel migliore dei modi: rigore parato a Candreva e risultato difeso. La sua ottima stagione fin qui è stata macchiata solo da un errore grossolano contro il Parma in compartecipazione con Mattia De Sciglio rimediando anche un infortunio che lo ha tenuto fuori per parecchie giornate. Una volta tornato però, il portiere iberico ha dimostrato di essere tutt’altro che finito, scrollandosi di dosso quell’etichetta che in maniera ingenerosa gli era stata data. Risulta spesso il migliore dei suoi e soprattutto riesce a dare grande serenità a tutto il reparto arretrato.Già, perché nelle ultime 4 partite il Milan ha subito solo un gol e sembra aver finalmente acquisito una solidità difensiva che prima mancava. Largo merito di questo miglioramento è da attribuire all’ex Real, che oltre ad intervenire in maniera efficace e a volte straordinaria nelle occasioni che si presentano agli avversari, con il proprio carisma comanda spesso i movimenti dei centrali e si propone per dettare il passaggio e liberare da pericolosi impicci i compagni. Anche ieri contro la Roma ha compiuto un paio di interventi decisivi, in particolare la parata d’istinto su Gervinho negli ultimi minuti ha salvato il risultato e ha evitato al Diavolo una sconfitta che sarebbe stata immeritata. Il Milan sembra aver trovato a costo zero un portiere affidabile e di caratura internazionale, nel pieno della propria maturità e per la corsa al terzo posto avere tra i pali un giocatore della sua esperienza può rivelarsi fondamentale. D’altronde, se a Madrid aveva spedito in panchina un signor Casillas, qualcosa voleva pur dire..

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy