Romagnoli indiavolato, è sempre più leader

Romagnoli indiavolato, è sempre più leader

La difesa rossonera da diverse giornate sembra essere impenetrabile. Non solo merito di Gigio Donnarumma: Romagnoli capitano e uomo chiave.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Le parate di Gianluigi Donnarumma sono sotto gli occhi di tutti, sono evidenti e dunque strappano gli applausi. Ma se il Milan nelle ultime giornate ha alzato il muro, il merito non è solo del portierone classe 1999. Grande merito lo ha anche Alessio Romagnoli, capitano rossonero e leader della difesa. Se Gigio ha messo diverse volte una pezza, scrive il CorSport, c’è da dire che ultimamente viene chiamato in causa molto meno di frequente rispetto a prima. Gli avversari faticano molto di più a superare la difesa milanista. La fase difensiva rossonera è pressoché impeccabile e la colonna portante è ovviamente Romagnoli. Dopo l’addio dell’ex capitano Leonardo Bonucci, scappato alla Juventus, Romagnoli ha dimostrato di non sentirne la mancanza e, anzi, che lo scorso anno avesse più meriti di quanti gliene venissero realmente riconosciuti. Si devono ricredere quelli che a inizio anno lo avevano sottovalutato solo perchè il Milan prendeva spesso gol su episodi. Ora la difesa invece è il punto di forza di una squadra che ha addirittura conquistato il terzo posto.

Eppure, pare strano, il salto di qualità la squadra di Gennaro Gattuso l’ha fatto in piena emergenza: quando si è ritrovata con la coppia centrale composta da Ignazio Abate e Cristian Zapata. Ovviamente questo ha fatto alzare l’asticella dell’attenzione, che però è rimasta alta quando sono rientrati gli interpreti principali, con risultati eccellenti. Da quel momento il Capitano è diventato un baluardo quasi insuperabile. Unico intoccabile, al suo fianco tutti rendono al meglio, da Zapata a Mateo Musacchio. Non bisogna dimenticare che Romagnoli, tra l’altro, ha da poco compiuto 24 anni.

Ha ancora una lunghissima carriera davanti. Una carriera che sarà tutta a tinte rossonere. Il club lo ritiene incedibile e lui non ha intenzione di andarsene, come dimostra il rinnovo di contratto in uno dei momenti più neri della storia recente del Milan. La fascia da capitano lo lega definitivamente al club, che sa inoltre di non poter rinunciare a questi giocatori per tornare al top. Insomma, Romagnoli può tranquillamente essere considerato incedibile. Già in passato era stato corteggiato da Juventus, Chelsea e non solo, ma ora le richieste stanno aumentando, così come il valore delle offerte. Il Milan non ha bisogno di cedere però al momento e se anche ne avesse in futuro, di certo non penserebbe a Romagnoli. Ora l’unico pensiero di tutti è tornare in Champions League, così che anche Alessio possa fare il proprio esordio, da capitano, per diventare a tutti gli effetti un vero top player.

IL MILAN IN ENTRATA CERCA UN’ALA… CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy