Calhanoglu, ultima chance per rilanciare la stagione

Calhanoglu, ultima chance per rilanciare la stagione

Calhanoglu prova a svoltare nel ruolo di mezzala in sostituzione di Paquetà. C’è da riscattare un’annata negativa e trovare la conferma per la prossima.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

ULTIME MILAN – Una stagione decisamente inferiore alle attese, quella che Hakan Calhanoglu ha regalato al Milan e i propri tifosi. Il turco aveva finito nel modo migliore lo scorso anno e si pensava potesse essere il valore aggiunto del nuovo anno, ma invece ha fallito. Almeno per ora. Ci sono ancora sette partite per provare a eliminare i dubbi e concludere la stagione da certezza. Finora ha deluso non poco e quindi si prospetta difficile per lui anche in questo finale. In palio, però, c’è anche la conferma per il prossimo anno: il contratto scadrà nel 2021, ma le richieste per lui non mancano. Se riuscirà a rendersi protagonista di questo sprint finale, potrebbero però cambiare le cose, con il Milan che potrebbe decidere di continuare a credere in lui, rispendendo al mittente le tante richieste, soprattutto dalla Bundesliga.

Fosse per Calha, probabilmente, resterebbe davvero tanto tempo in rossonero, ma a non essere convinto in questo momento pare essere il club. Soprattutto nel caso in cui dovesse essere necessario fare un po’ di cassa, visto che potrebbe portare almeno 22 milioni. Inoltre, il Milan sta cercando un altro esterno d’attacco con caratteristiche differenti da quelle del turco, mentre a centrocampo nelle gerarchie vengono prima Lucas Paquetà e Giacomo Bonaventura. Ecco perchè i dubbi sulla sua permanenza aumentano. C’è da dire che Gennaro Gattuso ci punta molto e lo ha difeso più volte, oltre ad averlo schierato praticamente sempre. È quello con più presenze e solo il capitano Alessio Romagnoli ha giocato più minuti. Nonostante tutta questa fiducia, però, Calhanoglu non ha mai ripagato a pieno. Solo 2 gol e 8 assist.

Insomma, la sensazione è che sia un’annata da incompiuto, con poche certezze e tanti dubbi, anche tattici, scrive la Gazzetta. Meglio da esterno o da mezzala? Nelle ultime gare che restano da giocare agirà nei tre di centrocampo, dove forse sta trovando più certezze ultimamente, giocando più palloni e mettendosi di più in mostra. Partendo da lontano può inserirsi con più facilità e portare di più palla rispetto a quando si ritrova subito schiacciato contro le difese o vicino alla linea laterale. Inoltre, essendo molto generoso e propenso a tornare in difesa, partendo da mezzala ne giovano anche le energie. Calha è chiamato a battere un colpo, provando a sostituire e a non far rimpiangere Paquetà. Il destino del Milan passa da Calhanoglu. Intanto prosegue la vicenda Milan-UEFA, per tutte le tappe… Continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy