MR BEE VUOLE SABATINI: ALLA SCOPERTA DEL DS CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA

MR BEE VUOLE SABATINI: ALLA SCOPERTA DEL DS CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA

Commenta per primo!

Walter Sabatini - fonte www.goal.com
Walter Sabatini – fonte www.goal.com
In caso di un’entrata in società dal magnate  thailandese Bee Taechaubol, il prescelto per andare a ricoprire il ruolo di Direttore Sportivo è Walter Sabatini. Grande conoscitore di calcio che con la Roma e non solo ha collezionato grandi colpi. Inizia come responsabile del settore giovanile laziale insieme a Beppe Dossena. Durante questo periodo si mettono in luce talenti come Alessandro Nesta e  Marco di Vaio. Poi Triestine, Arezzo ed insieme a Serse Cosmi costruiscono una squadra che si salva e l’anno successivo sfiora la promozione in B. Nel 2000 viene squalificato per 5 anni per alcune vicende legate a giovani calciatori. Sabatini però viene chiamato da Lotito nel 2004 e c’entra con la società biancoceleste la qualificazione alla Champions del 2007, durante il suo periodo laziale ha scoperto giocatori come Stephan Lichsteiner, Aleksandar Kolarov, Valon Behrami, Stefan Radu. Il 2 LUglio del 2008 approda al Palermo e sostituisce Rino Foschi che ha lasciato la società rossonera per fine contratto. E’ nel capoluogo siciliano che Sabatini dimostra tutta la sua conoscenza del calcio soprattutto sudamericano, portando infatti in Sicilia calciatori come Javier Pastore, Abel Hernandez, Ezequeil Munoz e altri come Acquah, Morganella, Ilicic e Darmian che viene prelevato dal Padova.E’ sicuramente nella Roma che Walter Sabatini mette a segno i colpi più importanti. Ufficializzato nel Luglio del 2011,  insieme alla proprietà americana inizia a costruire l’ossatura della squara giallorossa, anche se nel suo primo anno la Roma non raggiunge nemmeno la qualificazione in Europa League. E’ lui a portare nella capitale calciatori come Marquinhos , Pjanic, Destro ed Erik Lamela ma anche qualche scommessa persa come Osvaldo, Stekelenburg e Bojan. I primi due anni come direttore sportivo giallorosso sono poveri di soddisfazioni, con l’arrivo di Rudi Garcia e la partenza di Franco Baldini il perugino mette a segno grandi colpi e da l’inizio ad un progetto.  Arrivano giocatori importanti De Sanctis, Maicon, Benatia, Strootman e Gervinho e monetizza con le cessioni di Marquinhos al Psg per 35 milioni, Lamela e Osvaldo. Batte anche la concorrenza per molti giocatori importanti come Nainggolan, Iturbe e Astori. Qualche ombra nell’ultima campagna acquisti come Doumbia e Ibarbo, ma che non cancellano le grandi intuizioni di questi anni. Vero intenditore di calcio, il suo ingaggio potrebbe essere un primo passo verso la ricostruzione di un nuovo Milan.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy