MILAN, TUTTI I DUBBI SULLA RICONFERMA DI DESTRO E VAN GINKEL

MILAN, TUTTI I DUBBI SULLA RICONFERMA DI DESTRO E VAN GINKEL

Mattia Destro (fonte foto: www.vogliadiroma.com)
Mattia Destro (fonte foto: www.vogliadiroma.com)
I gol di sabato sera, che hanno permesso al Milan di rilanciarsi e ottenere una vittoria di prestigio dopo tre sconfitte consecutive, hanno fatto cambiare la percezione su Marco Van Ginkel e Mattia Destro, passati da flop di mercato a giocatori da riscattare. I giornali e non solo li hanno esaltati, in particolare l’olandese, che oggettivamente nelle ultime settimane è cresciuto molto, mettendo finalmente in mostra le qualità viste in Olanda e praticamente mai tra Chelsea e Milan. Eppure parlare adesso di un loro riscatto sembra prematuro: innanzitutto mancano ancora 3 partite ed entrambi farebbero meglio a giocarle al massimo, confermando quanto fatto vedere di buono ultimamente, ma sopratutto poche prestazioni positive non possono bastare per dimenticare tutto il resto della stagione.Tormentato dagli infortuni, Van Ginkel ha passato i primi mesi in rossonero come un oggetto misterioso, tra panchina, infermeria e prestazioni non all’altezza, soprattutto in fase offensiva dove raramente si mostrava per accompagnare la manovra rossonera. Destro invece è il classico uomo d’area: ha potenza, colpo di testa e fiuto del gol, ma troppo spesso è un corpo estraneo alla squadra. Come se non bastasse fatica a gestire il pallone sui lanci lunghi, una qualità fondamentale per dar modo alla squadra di rifiatare ed eventualmente salire per costruire un’azione offensiva (abilità di cui è invece maestro Pazzini, suo sostituto in questa stagione), ma soprattutto ha segnato solamente 3 gol, troppo pochi per il giocatore che avrebbe dovuto ridisegnare l’attacco rossonero. Queste i problemi di natura tecnica che, come sempre quando si parla di calciomercato, non possono essere scissi da quelli di natura economica. Il Chelsea, per cedere il suo centrocampista vuole gli 8 milioni di sterline (quasi 11 milioni di euro) investiti nel 2013 per prelevarlo dal Vitesse. Una cifra decisamente importante. L’accordo tra Milan e Roma per il riscatto di Destro prevede che il club di via Aldo Rossi versi 16 milioni di euro in 3 anni nelle casse dei giallorossi, troppi per un attaccante da 3 gol in un girone (e se da qui alla fine dell’anno dovessero diventare 5 il discorso non cambierebbe molto).La sensazione è che il Milan proverà a rinegoziare i patti sia con i “Blues” sia con la Roma per trattenere i giocatori in prestito per un’altra stagione, potrebbero essere armi importanti per il Milan che verrà che, per forza di cose, non avrà tantissimi soldi da investire nella sessione estiva di mercato. Entrambi i giocatori sarebbero disposti a restare in rossonero un’altro anno per giocarsi le proprie carte, ma oltre che dai club proprietari dei loro cartellini, molto dipenderà anche dal nuovo allenatore del Milan e dalle sue richieste.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy