MILAN SU MANDZUKIC E MARTINEZ: SI CERCA UNA PUNTA D’ESPERIENZA. I NOMI

MILAN SU MANDZUKIC E MARTINEZ: SI CERCA UNA PUNTA D’ESPERIENZA. I NOMI

Mario Mandzukic
Mario Mandzukic (fonte foto: www.shorouknews.com)
A quattro giorni dalla conclusione di questo campionato indegno, la società rossonera ha cominciato l’iter che deve (senza usare il condizionale) portarla alla resurrezione.In attesa che venga confermato l’ingresso di nuovi soci, Galliani e il suo staff si stanno adoperando per procurare al nuovo allenatore una squadra competitiva; l’assenza di un attaccante di spessore, da 20-30 goal a stagione, è stato un elemento assolutamente deficitario e che deve essere colmato, visto anche il probabile ritorno a Trigoria di Destro e i dubbi di Pazzini sul suo rinnovo.A Casa Milan l’imperativo è quello di acquistare un bomber che posso ridare appeal al brand rossonero. Un nome che circola insistentemente è quello di Mario Mandzukic, attaccante croato dell’Atletico Madrid (con cui Galliani sta già trattando), forte fisicamente e abile nel gioco aereo. Non sarà una trattativa facile ma è un attaccante capace di dare un rendimento all’altezza e continuo.Galliani ha la orecchie tese anche verso Manchester. Radamel Falcao, uno dei 5 attaccanti più forti del mondo, è in rotta con Louis Van Gaal e desidera cambiare aria; nome che potrebbe ridare lustro al Milan ma che genera interesse in tanti altri club, con le casse più colme e forti di una qualificazione nelle prossime competizioni europee.Stesso discorso vale per Jackson Martinez; connazionale di Falcao, milita nel Porto ed è sul taccuino dell’amministratore delegato rossonero dalla scorsa stagione. Anche quest’estate è probabile che si scateni un’asta con la Roma per l’attaccante, società giallorossa che si sta muovendo anche per un altro giocatore colombiano che gioca nello stesso ruolo e piace al Milan: Carlos Bacca, bomber del Siviglia.Nomi caldi e giocatori dal sicuro rendimento; la speranza dei tifosi rossoneri è che si inverta la rotta delle ultime due stagioni perché è ormai chiaro che non si può ricostruire una società senza investire.Giovanni Pesce 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy