MILAN SENZA DIGNITA’, A UDINE TOCCATO IL FONDO

MILAN SENZA DIGNITA’, A UDINE TOCCATO IL FONDO

Filippo Inzaghi - fonte www.maidirecalcio.com
Filippo Inzaghi – fonte www.maidirecalcio.com
Ennesima brutta figura, ennesimo scempio. Una partita che ha confermato, se ce ne fosse stato bisogno, che quest’anno il Milan non c’è.TUTTO SBAGLIATO – Una squadra lontana parente dei vecchi Milan che i tifosi erano abituati a vedere, dei giocatori in campo che oltre al nome, poche cose possono far ricordare. Lo stesso tecnico Inzaghi ha ammesso che a Udine è stato sbagliato tutto. Poteva giocare chiunque, ma se la testa è altrove, inutile anche scendere in campo. Il Milan visto al Friuli stasera ha davvero toccato il fondo: sia dal punto di vista della prestazione, ma anche degli obiettivi stagionale.EUROPA? MA QUALE EUROPA! – L’Europa è ormai una chimera, lontana troppi punti, in queste ultime sei gare neanche un miracolo potrebbe riportare i rossoneri alla qualificazione europea. Sperare, sperare e ancora sperare. Ma in cosa? La squadra è troppo volubile, si piace troppo e ama il pallone, ma non ama la corsa e i movimenti senza palla. E il cuore? La maglia? La dignità? Forse è questo il nocciolo della questione. Il Milan così com’è oggi è stato costruito male, nelgi uomini e nella quantità. Troppi giocatori, impiegati male, nella completa incertezza dei ruoli e nella quasi totale divergenza all’interno del gruppo. E’ palese che qualcosa nella testa dei giocatori non va. Che sia un problema dello spogliatoio o del continuo e insistente turbinio delle voci societarie non è dato a saperlo, ma fatto sta che la squadra colleziona brutte figure e perde appeal sia a livello mediatico che agli occhi dei tifosi.ORMAI E’ TARDI – E Inzaghi? Si prende le sue responsabilità, ma forse non le prende fino in fondo. Che senso ha ora minacciare il gruppo di far giocare chi tiene alla maglia, quando mancano poche giornate alla fine del campionato e con quasi nessun obiettivo di fronte agli occhi? E’ tardi Pippo. Troppo. Gli obiettivi sono volati e la colpa è di tutti. Perchè non provare con i Primavera? Con un Mastalli che si accomoda in panchina da nove gare, ma che non ha visto il campo neanche per un minuto? Ci si aspettavo qualcosa di diverso da te, Pippo. Ora il Genoa si avvicina e si va tutti in ritiro. Farlo prima no?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy