MILAN, ROSA DA SFOLTIRE: TANTI ESUBERI E SOLITI PROBLEMI. C’E’ UN PIANO

MILAN, ROSA DA SFOLTIRE: TANTI ESUBERI E SOLITI PROBLEMI. C’E’ UN PIANO

Foto Alfredo Falcone - LaPresse 20/05/2015 Roma ( Italia) Sport Calcio Juventus - Lazio Fiinale Tim Cup 2014 2015 - Stadio Olimpico di Roma Nella foto:matri Photo Alfredo Falcone - LaPresse 20/05/2015 Roma (Italy) Sport Soccer Juventus - Lazio Tim Cup Final Match 2014 2015 - Olimpico Stadium of Roma In the pic:matri
Foto Alfredo Falcone – LaPresse 
Melius abundare quam deficere. Recita così un antico proverbio latino, che sembra ripercorrere ora la rosa del Milan, con diversi giocatori in esubero. Molti sono infatti gli elementi fuori dal progetto di Sinisa Mihajlovic, che in queste settimane di calciomercato saranno costretti a salutare Milanello per cercare fortune altrove.ESUBERI – La rosa rossonera conta al momento 31 giocatori, senza escludere i giovani aggregati come Mastalli, Calabria, Locatelli e Pessina. Bisognerà certamente tagliarne alcuni anche perchè lo dettano le regole (il massimo di giocatori consentiti è 25). Mihajlovic stesso, però, ha un carattere diretto e non ha peli sulla lingua: se qualcuno non rientra nei suoi piani, dovrà andarsene. I nomi in uscita sono molti: Gabriel potrebbe tornare al Carpi, vista la fortissima concorrenza di Diego Lopez e Abbiati e la crescita di Donnarumma, promosso terzo portiere nonostante l’età verde (classe ’99). In difesa, in attesa di nuovi acquisti, potrebbero salutare Albertazzi, Alex, Ely e Zaccardo, mentre a centrocampo l’unico a poter partire dovrebbe essere Nocerino. In attacco le cose cambiano invece: i giocatori sono infatti ben 10 con l’incognita Ibrahimovic sullo sfondo. Confermatissimi i neo-acquisti Bacca e Luiz Adriano, così come Suso e Niang. In stand-by invece le situazioni legate a Cerci, El Shaarawy, Honda, Verdi, Matri e Menez.SOLUZIONI – Per i giocatori che non rientrano nei piani del nuovo mister, le possibilità sono tre: la prima prevede l’accettazione di una cessione. La dirigenza, dopo essersi accordata con un altro club, dovrà convincere il giocatore a partire. La seconda via vede il giocatore restare fuori rosa, totalmente escluso dal progetto. La terza via, più ragionevole, vede la rescissione del contratto, come appena successo con il caso che ha visto coinvolto Sulley Muntari.Luca Fazzini (Twitter: @_lucafazzini)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy