MILAN, QUARTO POSTO E ALLUNGO CHAMPIONS

MILAN, QUARTO POSTO E ALLUNGO CHAMPIONS

Filippo Inzaghi (Fonte foto: sport.sky.it)
Filippo Inzaghi (Fonte foto: sport.sky.it)
La vittoria di Verona è uno di quei classici risultati che possono rappresentare una vera e propria svolta nel prosieguo del campionato sia dal punto di vista storico e statistico che dal punto di vista, ben più importante della classifica. I tre punti conquistati contro la squadra di Mandorlini, hanno permesso al Milan di consolidare il quarto posto e di compiere un primo mini allungo nella lunga volata per il terzo posto. L’1 a 3 del Bentegodi è un risultato pesantissimo sia perché ottenuto in trasferta su un campo tradizionalmente ostico, sia perché vincere a Verona sarà difficile per tutti soprattutto per le altre concorrenti che sembrano essere in difficoltà ed iniziano a perdere punti o a sottrarseli a vicenda.Domenica scorsa infatti, solamente la Lazio ha tenuto il passo dei rossoneri, conquistando una vittoria altrettanto pesante sul campo della Fiorentina. Proprio i biancocelesti, forti dei loro 12 punti, sembrano essere gli avversari più in forma in questo scorcio di campionato: anche per questo motivo, la vittoria di San Siro alla prima giornata sta assumendo, domenica dopo domenica, un valore sempre più importante.Un punto più indietro si trova il Napoli, reduce dal rocambolesco pareggio per 2 a 2 contro l’Inter. La squadra di Benitez resta, sulla carta, la candidata più autorevole per il terzo posto ma sta continuando a pagare un avvio disastroso culminato con l’eliminazione ai play off Champions. Qualcosa sembra essersi rotto sia tra Benitez e De Laurentiis ma, soprattutto, tra la squadra e la città.Ancor più in difficoltà sembrano essere la Fiorentina e l’Inter, appaiate al nono posto con soli 9 punti in classifica. I viola stanno pagando a caro prezzo gli infortuni di Rossi e Gomez ed un mercato estivo che non sembra essere stato all’altezza; il solo Cuadrado, oltretutto rimasto a Firenze controvoglia, non sembra essere sufficiente per aspirare a grandi traguardi. L’Inter, dal canto suo, non se la passa sicuramente meglio: i tifosi sembrano stufi di Mazzarri, la squadra fatica ad ingranare e Moratti e Thohir sembrano non remare nella stessa direzione.Non ce ne vogliano i tifosi di Sampdoria e Udinese, squadre che stanno sicuramente viaggiando al di sopra di ogni aspettativa, ma le squadre di Mihaijlovic e Stramaccioni non sembrano attrezzate per competere fino alla fine.La strada, anche per i ragazzi di Pippo Inzaghi, è ancora lunga ma nessuno, durante l’estate, si sarebbe immaginato di trovare il Milan, dopo 7 giornate, al quarto posto (e con il miglior attacco dell’intera Serie A) con un discreto vantaggio su alcune delle rivali più accreditate. Oltre a tutto questo, il Milan può contare su un entusiasmo sempre più crescente e sulla mancanza di impegni infrasettimanali. Può sembrare scontato ma per una squadra reduce da una stagione molto negativa, diventa fondamentale partire bene ed “indovinare” 1 o 2 risulati a sorpresa in modo da far crescere l’autostima e la convinzione del gruppo. Queste prime giornate stanno dimostrando che, anche da punto di vista tecnico, il Milan se la potrà giocare benissimo con tutte le altre (ad iniziare dallo scontro diretto contro la Fiorentina di domenica prossima); il resto dovrà mettercelo Mister Inzaghi migliorando gli equilibri difensivi e la gestione dell’ultima parte delle partite, soprattutto quando la squadra si trova in vantaggio.La lunga corsa verso il terzo posto è quindi iniziata e il Milan è fermamente intenzionato ad avere il ruolo di protagonista principale; al momento tutte le rivali sono in ritardo ed i rossoneri dovranno fare di tutto per sfruttare al meglio questo trend positivo anche nelle prossime partite che, pur essendo tutt’altro che semplici, potranno e dovranno, gioco forza, confermare la crescita e la forza del gruppo guidato da Inzaghi. Sognare non è più utopia, anzi il terzo posto deve diventare una piacevole ossessione e se poi una tra Roma o Juve finisse per disperdere molte energie in Champions ….Gaetano De Pippo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy