MILAN, PROGRETTO GIOVANI: IL PARADOSSO FOSSATI, TALENTO IN SCADENZA

MILAN, PROGRETTO GIOVANI: IL PARADOSSO FOSSATI, TALENTO IN SCADENZA

Marco Fossati (fonte foto: www.goal.com)
Marco Fossati (fonte foto: www.goal.com)
Il Milan è stato chiaro: il futuro della squadra apparterrà ad un gruppo di giovani talenti italiani come già accaduto in passato. Mentre la guida del club si appresta a subire una decisiva e rivoluzionaria svolta, passando dalle mani della famiglia Berlusconi ad un magnate asiatico, per la rosa il futuro si tinge di azzurro. L’idea è di Berlusconi, ma gli acquirenti interessati (Bee Taechaubol e Mr.Lee) sembrano concordare sulla linea stabilita. Eppure la realtà dei fatti racconta una storia diversa che è quella di Marco Fossati. Italianissimo di Monza, giovane (22 anni) e cresciuto nel vivaio rossonero. Il suo è l’identikit perfetto del talento che Berlusconi vorrebbe coltivare per rilanciare il club: dopo la trafila nel settore giovanile, il ragazzo è stato dirottato prima in Prima Divisione, poi in Serie B dove attualmente è uno dei protagonisti indiscussi della stagione del Perugia. Centrocampista di grande tecnica considerato tra i migliori della piazza della Serie B, Fossati è in scadenza di contratto con il Milan il prossimo giugno. Progetto alla mano sarebbe uno di quei giocatori da richiamare a Milanello, se non fosse che il Milan non ha intenzione di rinnovare il suo contratto. Galliani infatti tentenna e intanto sulle tracce del giocatore acclamato anche per le sue prestazioni nella Nazionale Under 21, c’è la Fiorentina, diretta rivale dei rossoneri. Incomprensibile l’atteggiamento del club: qualora Fossati partisse veramente, per il Milan sarebbe un autogol clamoroso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy