MILAN: NO MENEZ, YES PARTY. DA VERONA ARRIVANO SEGNALI INCORAGGIANTI

MILAN: NO MENEZ, YES PARTY. DA VERONA ARRIVANO SEGNALI INCORAGGIANTI

Commenta per primo!

Jeremy Menez (calciomercatonews.com)
Jeremy Menez (calciomercatonews.com)
Il campionato è ormai iniziato, le squadre sono uscite dai blocchi di partenza e il Milan l’ha fatto quasi nel migliore dei modi. Nonostante il gol di tacco al Parma sia ormai lontano, l’impronta di Jeremy Menez nel percorso attuale dei rossoneri è più che marcata.  Il francese ha guidato il gruppo di Inzaghi alla conquista delle prime vittorie, siglando un inaspettato numero di reti, ma, nonostante resti fondamentale per classe e accelerazione, senza di lui è comunque festa a Milanello. La sua figura è stata, infatti, trascurata dalla presenza di Fernando Torres e dal rinato Keisuke Honda, i quali non concedono lui molti spazi.La panchina del francese è anche dettata dal modulo non attinente alle sue caratteristiche. Dopo le prime giornate, il modulo con il falso nove si è tramutato in un 4-3-3 puro, modulo che necessita dunque una punta centrale fissa come Fernando Torres. Inoltre, con un Honda in tali condizioni, capace di siglare ben sei reti, appare impensabile precluderlo dalla formazione titolare. Menez è un tassello importante per la squadra ma le ultime prestazioni dei rossoneri lanciano un altro messaggio: senza il francese, si può fare lo stesso bene.Tale segnale è incoraggiante per l’ambiente perché fa comprendere come il gruppo sia compatto, ben assemblato, e come la squadra abbia riserve degne di nota. Del resto si sa che la competitività nei vari reparti è una nota positiva che permette ai singoli di sfoggiare prestazioni dettate dalla voglia di far bene e di convincere il mister. Niente drammi dunque se non vedete Menez nell’undici titolare, non mancherà certo se ci sarà il gruppo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy