MILAN: L’INFERMERIA SI SVUOTA, 4 RIENTRI PER IL RILANCIO

MILAN: L’INFERMERIA SI SVUOTA, 4 RIENTRI PER IL RILANCIO

Riccardo Montolivo (fonte foto: www.goal.com)
Riccardo Montolivo (fonte foto: www.goal.com)
Mancano ancora due settimane alla sosta natalizia ed il Milan dovrá fare di necessitá virtú per ottenere il maggior numero possibile di punti nei prossimi due impegni (contro Napoli e Roma) che si preannunciano tutt’altro che facili. Oltre all’involuzione di gioco palesata in quel di Genova, ció che preoccupa maggiormente Inzaghi continuano ad assere gli infortunati e la condizione di alcuni elementi chiave.L’infermeria, soprattutto in difesa, é ancora piena: i recuperi di Abate, De Sciglio e Alex servirebbero come manna dal cielo ma le notizie che arrivano da Milanello sono tutt’altro che positive; Abate sembra infatti l’unico dei tre che possa avere qualche piccolissima speranza di giocare domenica e, di conseguenza, Inzaghi sta giá pensando di adattare Bonera o Rami nel ruolo di terzino destro come giá successo nelle ultime tre partite.A centrocampo ed in attacco le cose, da questo punto di vista, sembrano andare meglio con Muntari che da ieri é rientrato in gruppo, ma soprattutto con Montolivo e De Jong che stanno cercando di migliorare la loro condizione dopo i rispettivi infortuni. Il completo recupero dei due centrocampisti é quanto mai fondamentale per ridare velocitá, intensitá e qualitá al centrocampo: a genova De Jong, al rientro dopo un mese di stop, é sembrato lento ed appesantito mettendo insieme una prestazione certamente al di sotto dei suoi standard. Il rientro di Montolivo, invece, seppur un pó affrettato, é stato soddisfacente: il capitano, pur non avendo ancora i 90 minuti nelle gambe, ha mostrato una discreta condizione fisica al cospetto di un centrocampo muscolare e dinamico come quello del Genoa.In attacco le speranze si chiamano, invece, Honda ed El Shaarawy: entrambi non sono infortunati e stanno giocando con regolaritá ma devono, assolutamente, ritrovare brillantezza e continuitá nelle prestazioni ed in zona gol. Il solo Menez non puó bastare a sorreggere l’attacco rossonero ed Inzaghi ha un disperato bisogno del contrinuto (e dei gol) dei suoi due attaccanti esterni. Nelle ultime partite Honda é apparso appannato e giú di forma mentre El Shaarawy ha viaggiato a corrente alternata: buoni spunti contro Inter ed Udinese ma scarsa incisivitá, soprattutto in zona gol. Probabilmente stanno pagando un calo di forma anche perché per interpretare al meglio il ruolo, Inzaghi richiede un grande sforzo anche in fase difensiva che i due non hanno mai lesinato.Il tempo ormai stringe e per tornare in palla, il Milan ha un disperato bisogno di tutti questi recuperi: se per la difesa le aspettative non sono delle migliori, su centrocampo ed attacco i margini ci sono e, probabilmente, basterá veder crescere di condizione Montolivo, De Jong, Honda ed El Shaarawy per innalzare il livello della squadra senza dover effettuare grossi sconvolgimenti a livello tattico. Napoli e Roma non faranno certo regali e ci sará bisogno del miglior Milan per ottenere risultati positivi: bisogna stringere i denti per altre due settimane con la speranza che gli elementi chiave di cui abbiamo discusso ritrovino la loro condizione migliore. Dopo ci saranno la sosta, il richiamo di preparazione e la riapertura del mercato ma se si vuole evitare l’ennesima stagione anomina non é consentito aspettare…il futuro é adesso.Gaetano De Pippo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy