MILAN, L’EUROPA PASSA PER LA PROVINCIA

MILAN, L’EUROPA PASSA PER LA PROVINCIA

Pippo Inzaghi da indicazioni alla squadra (Fonte: www.europacalcio.it)
Pippo Inzaghi da indicazioni alla squadra (Fonte: www.europacalcio.it)
Dopo la difficile sfida contro la Juventus di Massimiliano Allegri, il calendario è decisamente più benevolo per il malandato Milan di Filippo Inzaghi, che nelle prossime due giornate affronterà, in casa, due squadre di provincia: Empoli e Cesena. I rossoneri insomma hanno una ghiotta occasione per fare bottino pieno e tentare la risalita verso l’Europa League che attualmente dista 6 punti, mentre il terzo posto, al momento, resta una chimera.Siamo sicuri che per il Milan saranno due turni agevoli? Crediamo che la squadra rossonera non debba assolutamente sottovalutare il doppio impegno casalingo, in primo luogo perché è reduce da gare non esaltanti e da brutte sconfitte, vittoria contro il disastrato Parma a parte, in secondo luogo perché Empoli e Cesena hanno assoluto bisogno di punti salvezza e giocano un buon calcio, in terzo luogo perché San Siro è già stato terra di conquista quest’anno per Atalanta e Sassuolo, squadre con un blasone molto inferiore a quello rossonero. La squadra di Filippo Inzaghi sta vivendo un periodo di grande difficoltà, di caos tecnico e tattico, e di fortissimo stress. Il tutto senza dimenticare i numero si infortuni che complicano oltremodo la situazione. Una speranza importante arriva dal mercato, ma i nuovi acquisti dovranno essere bravi ad integrarsi in fretta e fare subito la differenza nella corsa all’Europa.Fare bottino pieno in questi due scontri casalinghi è fondamentale per continuare ad alimentare le speranze di una qualificazione all’Europa League ed è l’unica opportunità per tornare in Europa dato che il Milan è uscito prematuramente anche dalla Coppa Italia. L’obiettivo resta comunque difficile da raggiungere visto l’alto numero di concorrenti: Lazio, Fiorentina, Sampdoria, Genoa, Torino, Inter e Palermo, ecco le avversarie dirette del Milan per un posto in Europa. Difficilmente crolleranno tutte assieme, per questo i rossoneri dovranno essere bravi a portare a casa 6 punti fondamentali, altrimenti anche il treno per l’Europa che conta di meno sarà perso e in quel caso la posizione di Filippo Inzaghi tornerebbe in forte dubbio senza contare che vedere il Milan lontano dalle Coppe per il secondo anno consecutivo sarebbe un vero smacco. Fabio Spadaccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy