MILAN-INTER: LA TOP 3 ROSSONERA

MILAN-INTER: LA TOP 3 ROSSONERA

Philippe Mexes
Philippe Mexes (fonte foto: facebook.com/ACMilan)
Oggi Sinisa Mihajlovic ha schierato quasi tutti i giocatori a disposizione nel primo derby dell’anno. Una partita che il Milan ha vinto senza soffrire troppo contro un avversario molto rimaneggiato e i motivi per sorridere non mancano. Di seguito vi proponiamo la nostra top 3 rossonera, dei migliori giocatori visti oggi in campo.3) Keisuke Honda: A fine partita il giapponese è stato premiato come MVP della partita. Un premio forse esagerato per il samurai rossonero, che però ha comunque fatto vedere ottime cose. Dopo una stagione e mezza passata a giocare fuori ruolo, Keisuke è stato finalmente schierato dietro le punte, nel ruolo che preferisce, il numero 10. Ancora poco brillante per i carichi di lavoro il giapponese ha trovato il modo di far vedere il suo repertorio con una serie di assist importanti, come quello regalato a Niang. I suoi insomma sono stati 45 minuti di qualità.2) Carlos Bacca: Arrivato circondato da un certo scetticismo per l’alto prezzo del cartellino e considerato da molti come un semplice ripiego a Jackson Martinez, il colombiano ha subito messo in chiaro perchè sia lui a giocare titolare con la maglia della Colombia e non l’ex attaccante del Porto. Ha giocato poco più di 15 minuti di partita, ma dopo 3 minuti si era già creato, praticamente da solo, un’occasione importante. Potenza, tecnica e fiuto del gol, queste le doti di Bacca e Carlos le ha già fatte vedere in questo primo spezzone rossonero.1) Philippe Mexes: Rinnegato da Mihajlovic, voluto fortemente da Silvio Berlusconi e senza un ruolo chiaro nelle gerarchie difensive. Non è facile essere nei panni del difensore centrale francese che però oggi ha ricordato a tutti quale sia la sua vera specialità: i gol capolavoro. Philippe ha deciso il derby con una perla, seconda solo al suo gol in rovesciata contro l’Anderlecht nella stagione 2012/13. Oggi si è esibito in diagonale al volo, in acrobazia, da fuori area. Un missile all’incrocio opposto, imprendibile per il portiere avversario, che infatti è rimasto fermo. Oltre al gol il francese si è segnalato per una partita attenta e la coppia con Zapata è sembrata già affiata, oltre che ben assortita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy