MILAN, INIZIO IN SALITA. IL CALENDARIO ACCELERA IL MERCATO ROSSONERO

MILAN, INIZIO IN SALITA. IL CALENDARIO ACCELERA IL MERCATO ROSSONERO

Adriano Galliani, AD rossonero (Fonte: www.quotidianamente.net)
Adriano Galliani, AD rossonero (Fonte: www.quotidianamente.net)
All’indomani del sorteggio del calendario di Serie A, si può tracciare subito una previsione almeno iniziale della prima parte di stagione del Milan.Nelle prime sette gare di campionato, la squadra rossonera dovrà affrontare Fiorentina, Inter e Napoli, con le prime due in trasferta. Sfide difficili, soprattutto arrivate così presto e con una squadra, quella di Sinisa Mihajlovic, probabilmente alle prese con una rosa ancora da plasmare a propria immagine e somiglianza.La prima sfida al Franchi e soprattutto il derby con l’Inter alla terza, da giocare in “trasferta” e di fronte alla maggioranza dei tifosi nerazzurri, impone alla dirigenza di Via Aldo Rossi di accelerare i tempi sul mercato e consegnare al tecnico serbo una squadra già completa e rodata per l’inizio stagionale. Quello che il Milan dovrà fare è dunque cambiare il leitmotiv dei mercati delle ultime stagioni. Niente più giorni del Condor, niente più affari last-minute che potrebbero portare a dei buoni risultati più avanti ma non nel breve periodo. E al Milan questo non serve.Sono diverse stagioni che il Milan parte piano se non pianissimo, soprattutto nella gestione Allegri. E poi il fiatone per recuperare, rincorrere, sperare che gli altri sbaglino. Il Milan deve tornare padrone del proprio destino, dettare le linee guida stagionali senza dover star a pensare a questo o a quel problema. Le premesse ci sono, ma ora si devono tirare i remi in barca e cercare di chiudere al più presto le operazioni che sono ancora in ballo. Nella pratica sono tre gli obiettivi sul mercato per i colori rossoneri, uno per ruolo: Romagnoli, Witsel e Ibrahimovic. Giocatori importanti ma necessari per essere competitivi subito. E bisogna cercare di prenderli in poco tempo, prima di metà agosto, per inserirli in rosa il prima possibile e renderli protagonisti senza ritardi di sorta.La difficoltà che hanno tutte le società a cedere i giocatori con gli ingaggi più alti e non più utili al progetto (tipo Matri, Zaccardo, Alex, ecc..) può essere un problema, ma ovviamente la soluzione c’è sempre, grazie ai buoni uffici di Galliani e alle tante collaborazioni con le società amiche.Ora, con l’arrivo di Mr Bee non ci saranno più scuse: chi ben comincia è a metà dell’opera, quindi…Milan, accelera!! 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy