MILAN, IL 442 UNICA VARIANTE TATTICA PER ACCONTENTARE TUTTI

MILAN, IL 442 UNICA VARIANTE TATTICA PER ACCONTENTARE TUTTI

Filippo Inzaghi, allenatore Milan
Filippo Inzaghi (fonte foto: www.multimedia.quotidiano.net)
Tempo di riflessioni e di cambiamenti in casa Milan: gli ultimi risultati negativi, impongono, infatti di rivedere le idee tattiche di inizio stagione che sembrano ormai aver perso tutta la loro efficacia. Ovviamente sarà importante e necessario fare l’ultimo sforzo di questo ciclo contro la Sampdoria non togliendo ulteriori certezze alla squadra ma, approfittando anche della sosta, alcuni cambiamenti dovranno essere inevitabilmente presi in considerazione.Concentrandosi sugli aspetti prettamente tattici, nelle ultime partite è emerso come la squadra fatichi a mantenere le giuste distanze tra i reparti e, di conseguenza, lasci il controllo del gioco agli avversari, chiunque essi siano. Il centrocampo a tre va spesso in inferiorità numerica e agli esterni di attacco è richiesto un grandissimo dispendio di energie in fase difensiva che finisce poi inevitabilmente per diminuire la loro lucidità in attacco. Si arriva quindi al paradosso: pur schierando un modulo offensivo e mettendo quindi in conto di poter avere nel corso della partita qualche sbandamento difensivo, la squadra non riesce ad essere incisiva in attacco e a creare occasioni importanti. Insomma sembra proprio che il gioco non valga la candela e che questo modulo spregiudicato funzioni solo con tutti gli interpreti al 100% della condizione.Una possibilità concreta potrebbe quella di correggere il modulo e passare ad un più classico e più conservativo 442. Questo modulo non accende più di tanto la fantasia dei tifosi ma resta comunque la soluzione più affidabile per dare sicurezza e compattezza ad una squadra che sembra aver smarrito queste peculiarità: questo modulo, infatti, permette di avere un uomo in più a centrocampo in modo da coprire meglio gli spazi e dare più solidità alla difesa; in più si potrebbe sfruttare il lavoro sulle fasce dei terzini e delle ali e anche le due punte potrebbero garantire maggior profondità e presenza in area di rigore.A prima vista l’unico sacrificato da questa scelta sembrerebbe El Shaarawy (sulla carta perfetto per il 433 di inizio stagione) ma non si esclude che Stephan possa tranquillamente ricoprire anche la posizione di ‘quarto di centrocampo’ visto che già oggi copre molti metri sulla fascia e preferisce partire da dietro per poi accelerare; per contro chi potrebbe beneficiare di questo nuovo modulo potrebbe essere Armero, che verrebbe impiegato come esterno alto di sinistra in modo da sfruttare la sua grande spinta in fase offensiva, avendo comunque le spalle coperte dal terzino.Ipotizzando di avere tutti gli effettivi a disposizione si potrebbe quindi pensare ad una formazione che davanti a Diego Lopez vedrebbe confermata la linea a 4 con Abate, Alex, Rami (Zapata) e De Sciglio, a centrocampo i due centrali sarebbero De Jong e Montolivo (Poli, Van Ginkel e Muntari come alternative) con Honda che potrebbe adattarsi sulla destra sia coprendo la fascia in tandem con Abate che accentrandosi in alcune fasi di gioco e trasformando il modulo in un 4312 (o 442 a rombo). A sinistra dovrebbe essere sicuramente provato El Shaarawy e anche Armero avrebbe buone chanches. In avanti Torres affiancato da Menez, libero di svariare come seconda punta. Anche nel tandem offensivo le alternative non mancherebbero a partire dal “doppio centravanti” con Torres e Pazzini o con il Faraone impiegato da seconda punta accanto a uno dei due punteros. In questo modo le due punte potrebbero da un lato garantire piú profonditá alla squadra e dall’altro sfruttare qualche cross in piú che dovrebbe arrivare grazie al gioco sulle fasce.Le alternative sembrano quindi esserci e il mister potrebbe lavorarci nelle prossime due settimane; un eventuale cambiamento non andrebbe visto né come un passo indietro né come un ridimensionamento, ma semplicemente come un’opportunità di dare più sicurezza alla squadra in vista di un ciclo di impegni sicuramente probante.Gaetano De Pippo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy