MILAN-IBRA, AD EXPO BERLUSCONI SEMINA LE DOMANDE MA LASCIA UN INDIZIO

MILAN-IBRA, AD EXPO BERLUSCONI SEMINA LE DOMANDE MA LASCIA UN INDIZIO

Silvio Berlusconi (fonte foto: www.maidirecalcio.com)
Silvio Berlusconi (fonte foto: www.maidirecalcio.com)
Il presidente del Milan  Silvio Berlusconi, in occasione della sua visita ad Expo a Milano,  in un primo momento ha sorriso maliziosamente alle domande dei giornalisti presenti,  senza  però rilasciare dichiarazioni sul ritorno di Zlatan Ibrahimovic al club rossonero.In un secondo momento, invece,  ha risposto a un tifoso rossonero  presente all’Expo, il quale ha chiesto “Ci riporta a casa Zlatan?”, ricevendo come risposta, “Se viene…”Che significato hanno le dichiarazioni del Presidente? Strategia o semplice cortesia nei confronti dei suoi tifosi?E’ difficile dirlo. Sembra però evidente la volontà di Silvio Berlusconi di riportare a Milanello il fuoriclasse svedese che è stato al Milan dal 2010 a 2012 collezionando 61 presenze e 42 gol.  La vendita di Thiago Silva e dello stesso Ibra al Psg nell’estate del 2012 è stata l’inizio del “purgatorio” rossonero .Dalla vendita di Zlatan, il Milan, e quindi anche il Presidente, è stato battuto e in certi casi umiliato, sia in Italia,  assistendo al dominio della Juventus, e sia in Europa dal Barcellona  (4-0 al  Camp Nou del 12 marzo 2013 )  e dalle altre squadre più forti sul palcoscenico internazionale.Riprendere Ibra significherebbe chiudere un cerchio aperto nell’estate 2012.  Significherebbe ricucire lo strappo con i tifosi  scottati da quella cessione e allo stesso tempo riportare entusiasmo , che manca ormai da troppo tempo in casa rossonera.Lo svedese  è un autentico dominatore, è l’unico in grado  in un solo colpo di  trasformare una  squadra e di renderla competitiva in Italia per vincere il campionato.   Nonostante  i 34 anni ad ottobre, il Presidente sa benissimo  che Ibra  è ancora in grado di fare la differenza e che sarebbe l’unico modo per avvicinare in maniera concreta la Juventus, e provare a vincere  il 19 scudetto della storia rossonera, il nono dell’era Berlusconi.La sensazione è che Adriano Galliani, sfruttando i suoi  buoni rapporti con Mino Raiola, ci proverà fino  alla fine.  Non sarà facile, perché il Psg  non vuole cederlo, ma le cose potrebbero  cambiare  se il club parigino  decidesse di investire  su un top player (Cristiano Ronaldo su tutti)  che metterebbe il calciatore svedese  in secondo piano.  A quel punto sarebbe difficile per Zlatan , un uomo dalla personalità cosi spiccata, accettare  una soluzione di questo tipo.Altro particolare da non trascurare, è la volontà del giocatore: si è sempre  saputo che  l’ex numero 11 rossonero  al Milan  si è trovato alla grande,  a tal punto da non parlare più  con Adriano Galliani  che aveva promesso di non cederlo , salvo poi  fare il contrario. Lo strappo è stato ricucito il 9 giugno scorso, quando Ibra ha dato la disponibilità all’amministratore  delegato rossonero  di ritornare al Milan.Cosa succederà? Sarà sicuramente  un’estate molto intensa fino alla fine. Ibrahimovic è  nei pensieri di Silvio Berlusconi e del Milan…Salvatore Cantone

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy