MILAN-GENOA, ANTONELLI OUT: E’ IL MOMENTO DI DE SCIGLIO

MILAN-GENOA, ANTONELLI OUT: E’ IL MOMENTO DI DE SCIGLIO

De Sciglio in azione (Fonte: www.tuttomercatoweb.com)
De Sciglio in azione (Fonte: www.tuttomercatoweb.com)
Ci sono destini e destini. Alcuni floreali e altri un pò meno. A volte anche inaccettabili. Come quello di Mattia De Sciglio, dal futuro più che promettente. Dopo le trafile nelle giovanili, è arrivato l’esordio in prima squadra, in quel match di champions contro il Viktoria Plzen del 20 settembre 2011. Pochi minuti, solamente dieci, per esibirsi dinanzi all’esigente pubblico di San Siro. Pochi ma buoni, perché il giovane conquista subito tifosi e dirigenza. Tanto da catturare anche la fiducia di mister Allegri, che inizia a schierarlo in campo con regolarità.L’etichetta di “Nuovo Maldini” non è stata campata li a caso. L’eleganza, la tecnica e la disinvoltura del suo stile assomiglia a quello dell’ex capitano. Non un nome qualunque, ma Paolo Maldini. Il destino, però, lo abbiamo detto, a volte è beffardo. Nella sua strada iniziano a susseguirsi infortuni a non finire. Il terzino trascorre più tempo in infermeria che in campo. E, di conseguenza, quando scende in campo, il suo rendimento si avvicina sempre di più all’insufficienza. Nell’attuale stagione, la storia non cambia. Solamente 14 presenze sotto la guida tecnica di Inzaghi.E adesso si ripresenta sotto una nuova occasione. Antonelli, infatti, arrivato nel mercato di riparazione, gli ha sottratto la fascia mancina. Il tecnico rossonero si è affidato in toto all’ex Genoa, lasciando pochissimo spazio al giovane italiano. Ecco perché, nel match di domani contro i grifoni, Mattia non potrà sbagliare. L’occasione è più propizia che mai. Anche perché Antonelli non ci sarà. Non è stato convocato, infatti, da Pippo Inzaghi per un principio di pubalgia (ecco la lista dei convocati).Ora sta bene, Mattia. L’imperativo è uno solo: vietato sbagliare. Per lui, come per la squadra. Gli occhi di Inzaghi e della dirigenza sono tutti su di lui. Soprattutto quelli di quest’ultima, desiderosa di puntare ancora sul giovane talento forgiato in casa. Non mancherà, poi, il tifo di quella curva che rimase incredula dinanzi al suo esordio. Come rimane incredula oggi, per quel talento che De Sciglio non riesce più a mostrare. Ma non può essere sparito. Dovrà essere solo riportato a galla con voglia e dedizione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy