MILAN – DISASTRO DIFESA, E’ RIVOLUZIONE TOTALE. LA SITUAZIONE

MILAN – DISASTRO DIFESA, E’ RIVOLUZIONE TOTALE. LA SITUAZIONE

Mexes, Bonera e Alex (eurosport)
Mexes, Bonera e Alex (eurosport)
Il Milan è ben lontano da una vera e propria rivoluzione, ma in questo mercato invernale la dirigenza rossonera ha deciso di mettere mano sul reparto difensivo, che in questa prima metà di stagione era apparso decisamente in difficoltà: una serie di prestazioni non all’altezza di alcuni interpreti ha convinto il club che fosse il caso di operare per regalare a Mister Inzaghi nuove forze e nuove alternative dietro. A dare una spinta ulteriore in questa direzione poi, l’incredibile serie di infortuni che ha colpito la difesa: Bonera, Zapata e De Sciglio infatti saranno out a lungo, mentre Mexes ha rimediato una squalifica di quattro turni, contro la quale il Milan non farà ricorso. Ecco dunque il punto sulla situazione della retroguardia rossonera.Centrali: Bocchetti in, possibile un altro colpo – Il primo acquisto è stato Salvatore Bocchetti, arrivato in prestito con diritto di riscatto dallo Spartak Mosca con una trattativa lampo. Il giocatore è duttile: nasce come centrale, ma può essere adattato anche come terzino sinistro (mancino naturale) e potrebbe essere una soluzione di emergenza fino al pieno recupero di De Sciglio. In mezzo però potrebbe esserci un altro arrivo: Ezequiel Munoz. Il centrale è in scadenza con il Palermo a giugno e ha già un accordo con il Milan: sarà rossonero a fine stagione, ma il Diavolo prova a stringere per averlo subito e i contatti con i rosanero sono avviati. L’argentino prenderebbe il posto di Philippe Mexes, il cui contratto scadrà a fine anno e non sarà rinnovato. Attenzione però ad Adil Rami, cercato dall’Arsenal: se il francese dovesse partire, l’arrivo di Munoz in questa finestra sarebbe pressoché certo.Terzino sinistro: Antonelli si complica, nuova idea dalla Juventus – Tramontati i nomi di qualche settimana fa (Vangioni, Pasqual, Douglas Santos), il Milan punta forte su Luca Antonelli: il capitano del Genoa è un prodotto del vivaio rossonero e potrebbe tornare nel club che lo ha lanciato in Serie A nel 2006. Per convincere il Grifone potrebbe essere inserito Pablo Armero in uno scambio di prestiti, ma la trattativa appare molto complicata. Qualora non dovesse andare in porto, nelle ultime ore è spuntato un piano B: si tratta di Paolo De Ceglie, esterno mancino che la Juventus ha recentemente richiamato dal Parma. Il bianconero però non convince del tutto né la società né i tifosi, che preferirebbero il rientro a casa di Antonelli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy