MILAN, DIEGO LOPEZ RECUPERATO. TORNA DA TITOLARE

MILAN, DIEGO LOPEZ RECUPERATO. TORNA DA TITOLARE

Diego Lopez (fonte foto: www.pasionlibertadores.com)
Diego Lopez (fonte foto: www.pasionlibertadores.com)
Nel prossimo weekend il campionato si ferma per lasciare spazio agli impegni delle nazionali per le qualificazioni a Euro 2016 e per alcune amichevoli di prestigio. Inzaghi e il suo staff approfitteranno di questa settimana di sosta per continuare il loro lavoro e dare un’identità sempre più precisa alla squadra. Rispetto a qualche anno fa, i giocatori che lasciano Milanello sono sempre meno e quindi il mister potrà sfruttare al meglio i prossimi allenamenti in vista dell’insidiosa trasferta di Verona.Oltre al lavoro fisico e tattico, la sosta favorirà anche il recupero degli infortunati: se per Saponara, Van Ginkel e Montolivo il rientro non è così vicino, contro la squadra scaligera si rivedrà Diego Lopez, che ha recuperato dall’infortunio muscolare accusato a Parma nell’occasione della tragicomica papera che lo vide, suo malgrado, protagonista dell’autorete di De Sciglio.Arrivato dal Real Madrid per fare il titolare, come testimonia anche l’ingaggio che il Milan ha deciso di riconoscergli, il portiere spagnolo si è presentato in gran forma in occasione dell’esordio contro la Lazio, rendendosi protagonista di almeno un paio di interventi decisivi e parando, nel finale, il rigore di Candreva.  Nella partita successiva, a Parma, tutto il reparto difensivo è incappato nella classica serata storta e anche Diego Lopez non è stato da meno. Pur non avendo particolari responsabilità sui primi tre gol dei ducali, si è reso protagonista di un clamoroso errore su un innocuo retropassaggio; oltre al danno (fortunatamente solo di immagine e non di classifica) c’è stata anche la beffa dell’infortunio che ne ha rallentato l’inserimento in squadra e l’ambientamento nel campionato italiano.Dando per assodato il pieno recupero fisico dell’estremo difensore spagnolo, non dovrebbero esserci particolari dubbi per Inzaghi in vista della sfida di Verona. Come dichiarato anche da Abbiati domenica scorsa, le gerarchie nel ruolo del portiere sono state ben definite e, lo stesso Christian, si è detto pronto a tornare tornare in panchina e a sostenere il suo compagno. Anche se le statistiche direbbero il contrario, Diego Lopez sembra dare maggior sicurezza alla difesa rispetto al collega di reparto e, anche per questo motivo, tornerà titolare al Bentegodi. Se ci si limita ad analizzare i numeri, infatti, la scelta di Inzaghi non dovrebbe essere così scontata in quanto la squadra ha subito 5 gol nelle prime due giornate e 4 nelle successive partite. Tuttavia c’è da considerare che Diego Lopez paga la serata sfortunata di Parma ed il classico errore che un portiere compie una o massimo due volte in un’intera carriera. E’ innegabile infatti, che lo spagnolo si sia reso protagonista di una topica clamorosa, ma è altrettanto vero che Abbiati ha commesso alcuni errori, sicuramente meno evidenti, che sono costati due punti (Cesena, ndr) e che non hanno di certo contribuito a far cambiare idea a mister Inzaghi. Inolte occorre considerare anche l’aspetto anagrafico che depone, anch’esso, a favore del nuovo arrivato..Numeri a parte, Diego Lopez, (se supportato da una buona condizione fisica) è e sarà il titolare. Il portiere, infatti, è un ruolo particolare e molto delicato e ogni disattenzione costa quasi sicuramente un gol; proprio per questa ragione è l’unico ruolo in cui, solitamente, ogni allenatore fa una scelta definitiva ad inizio stagione e, salvo cataclismi, la porta avanti per tutto l’anno. Il portiere ha bisogno di continuità e di affinare l’intesa con i propri difensori i quali, dal canto loro, rendono al meglio se alle loro spalle c’è un estremo difensore capace di infondere sicurezza e tranquillità. Il Milan la sua scelta l’ha fatta già nel mese di Agosto andando ad investire sull’estremo difensore in uscita dal Real Madrid e assicurandogli un ingaggio certamente elevato. Una papera e un lieve infortunio muscolare non cambieranno certamente le gerarchie anche perché Inzaghi e tutto il Milan si fidano del nuovo arrivato. Dal canto suo Abbiati ha ormai raggiunto una maturità tale da accettare senza alcun problema la scelta e si metterà a disposizione del gruppo finendo per essere un’ottima riserva. Ancora dieci giorni fatti di attesa e di allenamenti, poi Diego Lopez, si riprenderà il suo posto tra i pali della porta rossonera.Gaetano De Pippo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy