MILAN, DESTRO KO. QUALE ATTACCO NEL DERBY?

MILAN, DESTRO KO. QUALE ATTACCO NEL DERBY?

fonte foto: sportmediaset.mediaset.it
fonte foto: sportmediaset.mediaset.it
Attacco leggero o attacco pesante? In casa Milan, dopo la contusione alla tibia rimediata da Destro, è questa la scelta che tiene banco nella settimana che precede la stracittadina. La prima e la più probabile delle ipotesi è quella che vede Menez falso nueve al centro dell’attacco, con Bonaventura avanzato nel suo ruolo naturale di esterno sinistro e la promozione di Suso come esterno destro. Questa soluzione inoltre prevederebbe il rientro a centrocampo di Andrea Poli, che andrebbe a completare la mediana rossonera insieme al duo olandese De Jong e Van Ginkel.Questo tipo di disposizione permetterebbe ad Inzaghi di schierare la formazione tipo: Menez libero di svariare su tutto il fronte offensivo con i versatili Bonaventura e Suso schierati ai lati, in grado di offendere ma soprattutto di trasformare il centrocampo da 3 a 5 uomini in fase di non possesso. In questo modo il Milan potrà aspettare l’Inter bassa, ovvero vicino alla propria area di rigore, sfruttando al meglio la fisicità dei due centrali, Paletta e Mexes, per poi ripartire negli spazi con un trio d’attacco capace di non dare punti di riferimento alla difesa avversaria. Si ripartirebbe quindi da uno dei punti di forza della squadra ad inizio stagione.Qualora dovesse essere invece schierato Pazzini al posto di Destro, l’assetto tattico della squadra non cambierebbe di molto rispetto a quello visto nel pareggio casalingo contro la Sampdoria: a supporto dell’ex Inter giocherebbero due tra Menez, Suso e Honda, con un centrocampo composto da De Jong, Van Ginkel e Bonaventura.Sembra invece improbabile la scelta di schierare dal primo minuto Cerci, che non ha sicuramente destato una buona impressione nell’ultimo match, beccandosi anche qualche rimprovero dal pubblico.Quest’ultimo tipo di schieramento obbligherebbe però la squadra a costruire il gioco perché Pazzini, così come Destro, deve essere continuamente servito, meglio se con cross dai lati, per dare il meglio di sé. Un impianto di gioco propositivo però non è di certo una delle peculiarità del Milan attuale quindi, verosimilmente, Inzaghi avrà appreso la notizia dell’infortunio di Destro in maniera non del tutto negativa, della serie “non tutti i mali vengono per nuocere”.Federico Lena 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy