MILAN, DESTRO ANCORA CORPO ESTRANEO

MILAN, DESTRO ANCORA CORPO ESTRANEO

Commenta per primo!

urbanpost.it
urbanpost.it
Non c’è posto per il vero nove nel Milan di Inzaghi. Prima è stato Torres a trovare grandi difficoltà tanto che è stato spedito a Madrid, poi Pazzini che nel Milan non gioca quasi mai e solo ieri ha trovato il goal in campionato, adesso Mattia Destro che in campo viene molto spesso lasciato da solo e non viene messo nelle condizioni di poter giocare.L’ex romanista infatti ieri, contro il Cesena, in 63 minuti ha giocato solo 11 palloni, e nella partita precedente contro l’Empoli ne aveva toccati solo 23 in 85 minuti. Questi sono segnali che nel Milan di Inzaghi a prescindere dal modulo non c’è molto spazio per il centravanti. La squadra rossonera è una compagine povera di qualità che non riesce a valorizzare il movimento delle punte che ovviamente hanno bisogno di ricevere palloni giocabili.Ieri Menez e  Bonaventura hanno dialogato alla perfezione cercandosi e trovandosi con facilità, non coinvolgendo per nulla nel gioco Destro che nel campo sembrava uno spettatore. Il numero 9 rossonero di certo non ha fatto nulla per impegnarsi, anche se è difficile farlo quando ci si vede tagliati fuori da ogni manovra.  La cosa strana e controversa  è che Pippo Inzaghi, che nella sua carriera da calciatore é stato un centravanti puro, trovi problemi proprio con le prime punte. Lui che era un vero e proprio rapinatore d’area e riusciva ad incidere quasi in ogni partita, ora non riesce a mettere a proprio agio gli attaccanti di cui dispone.Destro è un calciatore giovane e di qualità, ad Inzaghi il compito di aiutarlo ad esprimersi al meglio. La grande intesa tra Bonaventura e Menez di certo non facilita l’integrazione dell’ex giallorosso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy