MILAN, DAL MERCATO NOMI CHE NON ENTUSIASMANO, BISOGNA CAMBIARE

MILAN, DAL MERCATO NOMI CHE NON ENTUSIASMANO, BISOGNA CAMBIARE

Osvaldo, in uscita dall'Inter - fonte: calcioweb.eu
Osvaldo, in uscita dall’Inter – fonte: calcioweb.eu
Il Milan da due anni a questa parte non ha fatto “faville” nel mercato, né in quello agostano di inizio stagione né in quello di riparazione di gennaio e, mai come quest’anno, ha deluso le aspettative di tanti tifosi e appassionati.La società ha parlato spesso di nuovi acquisti, di rinforzi importanti, di grandi “colpi” ma a conti fatti non ha mai acquistato un giocatore di primissimo livello e quelli che ha ingaggiato sono arrivati a “parametro zero” o in prestito.In questi giorni di calciomercato di gennaio sono stati tanti i nomi di giocatori accostati al Milan o di cui la squadra rossonera sembrava interessata, peraltro con uno scarso “appeal” tecnico, economico e mediatico: l’ultimo della serie è il giovane olandese Daley Sinkgraven dell’Heerenveen, vent’anni, che può giocare sia come trequartista che sulla fascia, lanciato da Van Basten, non sembra un gran giocatore né un giocatore particolarmente utile alla causa rossonera.Uno dei nomi che più ha circolato tra gli addetti ai lavori è stato quello di Osvaldo, a tutti gli effetti un ex giocatore dell’Inter, ma non visto benissimo dalla tifoseria, in quanto ex giocatore di tante storiche rivali del Diavolo; l’italo argentino potrebbe essere un’alternativa in attacco, se non un titolare, ma siamo davvero sicuri che i rossoneri abbiano bisogno di un giocatore con un carattere così “esuberante”?La fascia sinistra, orfana di De Sciglio per infortunio e di un Armero mai integratosi negli schemi di Inzaghi, ha urgentemente bisogno di un rinforzo: negli ultimi giorni è spuntato il nome di Douglas Santos, ai più sconosciuto ma considerato in Brasile l’erede di Serginho, l’ex giocatore del Milan il “concorde” che volava letteralmente sulla fascia sinistra; avranno visto giusto? Il Milan ci spera, ma anche questo brasiliano non scalda più di tanto i cuori dei tifosi rossoneri.Un altro molto gettonato per la fascia sinistra è Pasqual della Fiorentina, che ha 33 anni, costa poco ed è in scadenza con i viola, l’ennesimo “parametro zero” che andrebbe a rinfoltire la lista già lunga di giocatori “anziani” ormai al crepuscolo della loro carriera che militano nella società rossonera.Come non ricordare Brozovic? Il centrocampista croato, accostato per molto tempo al Milan, vestirà invece la maglia dell’altra squadra meneghina: non sappiamo se l’Inter abbia fatto un affare perché, onestamente, il centrocampista non ha un nome altisonante, ma in ogni caso non è positivo che i nerazzurri abbiano soffiato il giocatore ai “cugini”.Il Milan ha un blasone incredibile, uno dei più prestigiosi a livello mondiale ma sul campo si è visto poco, l’unica soluzione per tornare a essere “vincenti e convincenti” (una delle frasi che hanno caratterizzato dal 1986 a oggi la “mission” aziendalista del Milan e del suo patròn) è tornare a spendere. Ai posteri, anzi al Presidente Berlusconi, l’ultima parola…Fabio Spadaccini     

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy