MILAN, BERLUSCONI CONFERMA: SARA’ MERCATO SUPER. TUTTI I NOMI

MILAN, BERLUSCONI CONFERMA: SARA’ MERCATO SUPER. TUTTI I NOMI

Il nuovo Milan targato Ancelotti?
Il nuovo Milan targato Ancelotti?
Ancora nel bel mezzo del turbinio di voci che riguardano il futuro della panchina del Milan, il presidente Berlusconi oggi si è sbilanciato. A Sportmediaset ha ammesso:  “Spero che ci siano tantissime possibilità che Ancelotti diventi il prossimo allenatore del Milan. Non soltanto perché io e Galliani vogliamo un bene dell’anima a Carletto, ma anche perché, andando in giro per la campagna elettorale, tutti i milanisti che mi hanno incontrato mi hanno raccomandato di far tornare Ancelotti. L’ho sentito e l’ho trovato tonico, con la solita voglia di vincere. Perché lui è un vincente, ha vinto ovunque ha allenato. Adesso dovrà subire un piccolo intervento e poi prenderà la sua decisione, che è anche legata alla famiglia: spero che sia positiva per il Milan, perché lui vuole molto bene al Milan. Conte, Mihajlovic o Emery possibili alternative? Non voglio esaminare una possibilità senza Ancelotti. Rimanderemo questi discorsi al dopo, se Ancelotti non ci sarà. Ma siccome ci sarà, questi discorsi non li faremo nemmeno”.Il presidente ha parlato anche di mercato: “Ibrahimovic? Mi affascinerebbe un suo ritorno, anche se è un soggetto molto difficile da dominare e ci vuole pazienza per stargli dietro. Però in campo è una magnificenza. Abbiamo già una squadra molto forte, che non ha ricevuto un gioco all’altezza. Nonostante questo, abbiamo l’intenzione di fare degli acquisti importanti, e credo sia giusto mettere a disposizione un finanziamento importante, ma anche gli uomini che sono già nella rosa sono assolutamente validi e molti di loro sono nella nazionale italiana”.Parole che sanno di una rinnovata passione e voglia di riportare il Milan in vetta alle classifiche italiane ed europee. Premesso quindi che il prossimo allenatore rossonero sia Ancelotti, con lo stesso ex Cavaliere che ha scartato ogni altra ipotesi, ecco quello che potrebbe essere il mercato del futuro, un giusto mix tra giovani e italiani ma anche profili già affermati a livello internazionale.LA DIFESA – In molti partiranno, tanti infatti non fanno più parte del progetto. In bilico Rami e Zapata, Alex piace molto ad Ancelotti, che a Parigi lo schierava spesso titolare. Confermati De Sciglio, Abate e Antonelli che si giocheranno il posto sulle fasce. Zaccardo e Bocchetti dovrebbero lasciare Milanello, Paletta e Mexes saranno le alternative al big che probabilmente verrà preso per dirigere la difesa. Il sogno è Thiago Silva, anche se Ancelotti vorrebbe il tedesco Hummels al centro del reparto arretrato, conteso da diversi club inglesi. Bonera potrebbe essere il jolly difensivo. Felicioli sarà il giovane che verrà lanciato in Prima Squadra.IL CENTROCAMPO – Difficilmente verrà trattenuto De Jong, come anche Van Ginkel, mentre Muntari ed Essien saranno lasciati liberi. Poli e Bonaventura saranno le alternative al centrocampo titolare che verrà rinforzato da almeno due elementi di spessore. Con Gundogan ormai prossimo all’accordo con il Bayern, i nomi forti sono quelli di Kondogbia e Mario Suarez, che andranno ad affiancare il capitano Montolivo. Josè Mauri e Baselli completeranno il reparto con il lancio in pianta stabile di Mastalli e Modic in Prima squadra.L’ATTACCO – Con Ancelotti sarà possibile di nuovo l’uso del trequartista: tutti gli indizi portano a Menez, che il tecnico di Reggiolo non vede proprio come unica punta. Le alternative? Honda e Suso, oltre ad un altro possibile arrivo, quello di Bertolacci dal Genoa. Piacciono anche Perotti e Iago, ma l’italiano sembra il favorito. E di punta? Cerci, Destro e Pazzini non saranno confermati, davanti il Milan cerca un grande attaccante da affiancare a El Shaarawy, Niang e Mastour. Un centravanti catalizzatore, trascinatore e decisivo. Mandzukic? Forse. Bacca? No, lui vuole la Champions. Il sogno però resta Zlatan e, nonostante Raiola declini l’idea, Ibrahimovic piace a Berlusconi e un Milan competitivo non dispiacerebbe all’asso svedese.Forse tutto questo resterà un sogno, ma le idee sono lanciate. E se Berlusconi ritorna davvero in campo… 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy