MILAN A NERVI TESI. DA MUNTARI A CERCI-ABATE, QUANTO NERVOSISMO

MILAN A NERVI TESI. DA MUNTARI A CERCI-ABATE, QUANTO NERVOSISMO

Cerci al debutto contro il Sassuolo (fonte foto: corrieredellosport.it)
Cerci al debutto contro il Sassuolo (fonte foto: corrieredellosport.it)
La sconfitta non aiuta il morale della squadra, certo, e la situazione nello spogliatoio del Milan sta peggiorando drammaticamente. Dopo gli episodi di Muntari, che furioso ha scagliato di tutto in panchina dopo il cambio in Torino-Milan, e Pazzini, che nella stessa partita si è scaldato inutilmente per tutto il secondo tempo per poi accomodarsi di nuovo in panchina, in Milan-Atalanta è andata in scena la lite tra Alessio Cerci e Ignazio Abate. Il club smentisce, ma qualcosa nel tunnel che portava agli spogliatoi qualcosa è successo davvero. Al centro della discussione i movimenti di Cerci o meglio, i movimenti che non ci sono stati. Il terzino, abituato a Honda che taglia al centro, con Cerci si trova la strada sbarrata con l’esterno che rimane largo. Così accade che, complice il risultato negativo, la discussione degenera ed iniziano a volare parole grosse. Gruppo e armonia erano tra i punti imprescindibili della squadra di Inzaghi che, impossibilitata ad affidarsi alla qualità del gioco, provava a trovare la sua forza nello spirito di squadra. Ma con i risultati che non arrivano e l’allenatore sempre più in discussione, anche quel poco che Inzaghi era riuscito a costruire in questi mesi inizia a vacillare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy