LUIZ ADRIANO E BACCA SONO ARRIVATI, ECCO COSA POSSIAMO ASPETTARCI

LUIZ ADRIANO E BACCA SONO ARRIVATI, ECCO COSA POSSIAMO ASPETTARCI

Commenta per primo!

Carlos Bacca
Carlos Bacca (fonte foto: pianetamilan.it)
“Gli attaccanti per segnare devono stare vicino alla porta”. Non è certo una massima che rivoluzionerà il calcio, ma questo era il pensiero ricorrente del presidente Berlusconi ai tempi di Balotelli. Chissà come avrà vissuto quasi un anno intero a giocare con una finta punta come Menez, anche se qualche indizio cel’abbiamo (“Attaccare!”). Ecco, nel giro di due giorni sono atterrati a Milano Luiz Adriano (8 milioni) e Carlos Bacca (30 milioni): sono arrivati gli attaccanti che stanno vicino alla porta. Il primo era in scadenza in Ucraina con lo Shakhtar Donetsk di Lucescu, con il quale ha vinto la Coppa Uefa nel 2008. Proprio in coppa, ma questa volta nel girone di Champions League, si è messo in mostra diventando il capocannoniere della fase a gironi. Bacca invece arriva dritto dal Siviglia, dopo aver vinto due Europa League da protagonista in soli due anni ed esser diventato uno degli attaccanti più richiesti in Europa.Cosa possiamo aspettarci da due giocatori che insieme hanno segnato 267 gol in carriera? E’ evidente che l’obiettivo è di aumentare esponenzialmente la capacità di finalizzazione. Ma si sa che il calcio non è matematica. E nonostante si tenda a metterli insieme nella formazione titolare, i dubbi sulla coesistenza tra questi due bomber indiscussi può creare qualche legittimo dubbio.Infatti sono entrambi attaccanti dotati di grande accelerazione e controllo palla, ma non spiccano certo per doti di rifinitura. Se l’idea di Mihajlovic è di giocare con due punte, immaginarseli insieme va bene finchè lo si fa sotto l’ombrellone. Infatti, oltre al trequartista, entrambi hanno bisogno di una seconda punta che gli graviti intorno (quello che potrebbe fare Menez, per esempio). La sensazione è che Bacca sarà il titolare indiscusso, anche per palmares e costo di mercato, mentre Luiz Adriano gli farà da vice. Ma una cosa è certa: a nessuno dei due ci sarà bisogno di chiedere di star vicino alla porta. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy