Kessiè, che succede? Il Re Leone non ruggisce

Kessiè, che succede? Il Re Leone non ruggisce

Dopo il brillante avvio di stagione, Kessiè ha fatto un errore contro il Cagliari e con la Lazio è sembrato molto sottotono. Calo evidente.

È stato uno dei primissimi acquisti della lunga estate di milioni spesi dal Milan. Massimiliano Mirabelli si è esposto tantissimo su di lui, assumendosi “le responsabilità” dell’acquisto, confessando di seguirlo da più di un anno, addirittura andando a guardare uno dei primi match con l’Atalanta. Stiamo parlando di Franck Kessiè, giovane centrocampista ivoriano, che è arrivato in rossonero per una cifra totale di 28 milioni. Tanti, tantissimi per un ragazzo di neanche 21 anni. Un prezzo che se non porta in squadra un giocatore di primo livello, essendo ancora molto giovane, deve quanto meno portare un ragazzo che con certezza diventerà un top player.

Le prime settimane al Milan di Kessiè, però, avevano entusiasmato tutti, tant’è che l’ivoriano sembrava essere uno degli acquisti più azzeccati della campagna estiva. Le amichevoli, i preliminari di Europa League e la prima gara contro il Crotone avevano messo in evidenza le sue doti: tanta grinta, tanta corsa e anche un po’ di qualità. Certamente, però, il fatto che il Milan girasse perfettamente e lo scarso livello degli avversari per quanto riguarda i match ufficiali hanno aiutato. In amichevole, invece, aveva brillato anche contro il Bayern Monaco e il Borussia Dortmund.

Nelle ultime due uscite, però, Kessiè è apparso un giocatore totalmente diverso. Che la colpa sia anche del fatto che, guarda caso, sono state le due gare in cui il Milan ha fatto più fatica? Significherebbe che non è ancora pronto per fare la differenza, ma che sicuramente ha delle qualità che riesce a esprimere in una squadra che fa bene. Oppure è il contrario ed è il Milan che ha fatto fatica perché è venuto a mancare un perno del centrocampo? Di certo contro il Cagliari il gol dei sardi è nato da una sua palla persa e contro la Lazio il rigore che dà il vantaggio è stato causato proprio da Kessiè.

C’è da dire che finora il centrocampista è stato l’unico a essere impiegato sempre e dunque potrebbe star vivendo un momento di calo. Peccato che, però, non se lo possa permettere. Il Milan non ha in rosa dei giocatori che possano sostituirlo per caratteristiche e dunque è fondamentale che Kessiè sia quasi sempre al massimo della condizione fisica. La trasferta in Nazionale prima del match dell’Olimpico non ha aiutato. Adesso giovedì si gioca di nuovo e per Kessiè non ci sarà, probabilmente, occasione di rifiatare. Insomma, le doti fisiche hanno forse sorpreso tanto, ma anche lui è umano e giocare tutte le partite fino a fine stagione non è possibile. Serve, in maniera evidente, che rifiati. Altrimenti il Re Leone rischia di non riuscire più a ruggire.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Kessié: “Impareremo dagli errori, ora pensiamo all’Europa League”

Montella chiarisce: “Vice-Kessié? Abbiamo tante possibilità”

Gattuso: “Kessié? E’ più forte di me, ha più qualità e fa più gol”

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy