INZAGHI, TORRES E LA TENTAZIONE “FALSO NUEVE”

INZAGHI, TORRES E LA TENTAZIONE “FALSO NUEVE”

Filippo Inzaghi a Milanello (fonte foto: www.fourfourtwo.com)
Filippo Inzaghi a Milanello (fonte foto: www.fourfourtwo.com)
E’ tempo di decisioni per Filippo Inzaghi e per il Milan. Domenica sera a San Siro arriverà la Fiorentina e l’imperativo è vincere. Nelle ultime 3 stagioni i viola hanno sempre vinto al Meazza, ma il Milan quest’anno sembra intenzionato a cambiare musica, anche perchè una vittoria rossonera potrebbe tagliare fuori, dopo due mesi di campionato, i viola dalla corsa Champions. I viola infatti vivono un momento di crisi, al contrario del Milan, che, quarto in campionato, è reduce da una bella vittoria.Torniamo però a Filippo Inzaghi e ai suoi dubbi. A Verona i rossoneri hanno mostrato di potersela cavare alla grande anche senza Jérémy Ménez e soprattutto senza “Falso Nueve”, ma il francese continua ad essere, assieme ad Honda, la vera rivelazione di questo inizio di stagione mentre Fernando Torres non ha ancora convinto, anzi spesso ha deluso. Che fare dunque? Da una parte c’è la necessità di rilanciare lo spagnolo, che scalpita ed è un professionista impeccabile, dall’altra quella di sfruttare al meglio Menez, giocatore tanto talentuoso quanto fumantino e soprattutto allergico alla panchina.La sensazione, ci raccontano i ben informati da Milanello, è che “SuperPippo” possa dare ancora fiducia al suo numero nove spagnolo, forse anche per allontanare lo Schalke e quelle fastidiose voci di mercato che vorrebbero Torres in partenza dopo pochi mesi di rossonero. Al suo fianco, come a Verona, dovrebbero esserci l’insostituibile Honda ed El Shaarawy, altro ragazzo a caccia di continuità e prestazioni importanti. I tre, ovviamente, comporrebbero la linea d’attacco di un 4-3-3 decisamente dinamico. L’alternativa sarebbe schierare Menez al Torres e giocare con il “falso nueve” che ha incantato nelle prime uscite del Milan, ma occhio alla possibile sorpresa: un 4-2-3-1 con Menez dietro a Torres. Con Honda ed El Shaarawy sugli esterni. Il tempo per pensarci non manca, ma il momento delle scelte è arrivato e la sensazione è che contro la Fiorentina possa scendere in campo una versione “definitiva” del Milan.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy