INZAGHI, CHE AUTOGOL! LE DUE DICHIARAZIONI CHE HANNO FATTO INFURIARE BERLUSCONI

INZAGHI, CHE AUTOGOL! LE DUE DICHIARAZIONI CHE HANNO FATTO INFURIARE BERLUSCONI

Filippo Inzaghi (fonte foto: www.goal.com)
Filippo Inzaghi (fonte foto: www.goal.com)
Per chiunque ieri pomeriggio fosse sintonizzato su Sky Calcio Show non possono essergli passate inosservate alcune dichiarazioni di Pippo Inzaghi. Frutto sicuramente della frustrazione per la seconda sconfitta consecutiva a San Siro in questo 2015, il tecnico rossonero si è lasciato scappare un paio di frasi alquanto eloquenti che ben dimostrano quanto la squadra sia in difficoltà e lui faccia fatica a trovare la soluzione giusta per uscire dalla crisi.La prima riguarda la rosa, di cui evidentemente Inzaghi non è soddisfatto. “Con questi giocatori…” è stato il commento del tecnico alla mancanza di gioco e carattere evidenziata nella partita di ieri contro l’Atalanta. Inzaghi non ha mai nascosto il fatto che i veri punti di forza di questa squadra sarebbero stati il carattere e la voglia di riscatto, condizioni imprescindibili della sua gestione. Ma in cuor suo l’allenatore lamenta una mancanza di qualità che non permette al Milan di giocare secondo i meccanismi che lui vorrebbe.La seconda frase in questione è conseguenza diretta della prima e dovrebbe preoccupare non poco i tifosi. Quel “Non giocheremo mai bene…” riunisce in poche parole il malessere di tutto l’ambiente. Il senso è: con questi giocatori e in assenza rinforzi di qualità richiesti, questo Milan non potrà mai rialzarsi e soddisfare le richieste.Si sa che proprio la richiesta di bel gioco e spettacolo è la prima condizione che Berlusconi impose a suo tempo a Inzaghi. Si può perdere ma giocando bene (e anche per questo il presidente cacciò un certo Seedorf che di risultati ne infilò ma non espresse mai una visione di gioco soddisfacente). E sintonizzato ieri su Sky, proprio il presidente Berlusconi si è infuriato più di tutti udendo quelle frasi. Subito contattato Galliani, il presidente avrà chiesto spiegazioni. Inzaghi è stato scelto e apprezzato proprio per la sua mentalità aziendalista, un vero uomo da Milan che non si concentra solo sul campo ma è attento all’immagine completa del club. Le frasi di ieri hanno però evidenziato un malessere latente: tra Inzaghi e società si è consumata la prima frattura. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy