INTER-MILAN, CONFRONTO MANCINI-INZAGHI. I NUMERI CHE NON TI ASPETTI

INTER-MILAN, CONFRONTO MANCINI-INZAGHI. I NUMERI CHE NON TI ASPETTI

Filippo Inzaghi, tecnico del Milan, e Roberto Mancini, allenatore dell'Inter - fonte www.vocidisport.it
Filippo Inzaghi, tecnico del Milan, e Roberto Mancini, allenatore dell’Inter – fonte www.vocidisport.it
Doveva essere il salvatore della patria, ma forse non lo è stato, anzi il rendimento della squadra sembra essere leggermente in calo.Roberto Mancini, in quel lontano derby di novembre sembrava dovesse essere colui che poteva riportare l’Inter a lottare per i primi posti, con Mazzarri relegato a causa di tutti i mali. Quella prima gara, esattamente un girone fa, ha invece segnato un percorso che ha stabilizzato le due squadre milanesi ad avere praticamente un cammino simile e parallelo.Analizzando i numeri prodotti da Inzaghi e Mancini, non si può non notare che l’andamento è stato altalenante e ricco di cadute e inciampi per entrambe le realtà di Milan e Inter. Forse Mancini ha qualche attenuante in più, almeno iniziali, quando ha dovuto prendere in corsa una squadra costruita ad immagine e somiglianza del suo predecessore. Ma poi stop. Con il mercato di gennaio e l’arrivo di giocatori importanti come Podolski, Shaqiri, Santon e Brozovic, le idee del Mancio dovevano spiccare il volo. e invece? Stessi punti del tanto bistrattato Pippo Inzaghi.Per prima cosa, basta guardare la classifica: il Milan ha 42 punti, l’Inter 41. Praticamente sono allo stesso livello, con un punto di differenza soltanto tra le due squadre. La zona europea è distante ancora 7/8 punti e , per il momento, è solo una chimera. Il rendimento dei due tecnici a partire dal derby di novembre, però, è esattamente lo stesso: in questo lasso di tempo, Inzaghi e Mancini hanno totalizzato 25 punti, scaturiti per tutti e due da 6 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte. Troppo poco, per due piazze abituate a vincere o per lo meno a competere per altro. E mentre da un lato c’è un tecnico, Inzaghi, forse ancora acerbo e alle prime armi, dall’altro Mancini, vincitore di coppe e campionati, che non sta riuscendo a riportare i suoi in alto. Anzi con un rendimento leggermente peggiore del “piangina” Mazzarri.In queste ultime giornate si tireranno le somme, sia per l’uno che per l’altro. Chi rimarrà sulla propria panchina? Mancini sembra ancora saldo, Inzaghi in bilico: una vittoria nel derby potrebbe cambiare le cose?  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy