IL MILAN STENTA, GLI EX STENDONO LA JUVE

IL MILAN STENTA, GLI EX STENDONO LA JUVE

Matri e Antonini in maglia Genoa, fonte foto Getty Images
Matri e Antonini in maglia Genoa, fonte foto Getty Images
Scherzi strani riserva spesso il destino. E con esso anche delle dolci rivincite da assaporare con calma.Questo è successo mercoledì sera allo stadio Luigi Ferraris di Genova. Ed esattamente al 94′ di una partita che sembrava destinata a chiudersi in un mesto 0-0.L’ex rossonero Alessandro Matri serve un pallone a centro area all’altro ex Milan Luca Antonini, che non deve far altro che spingerlo alle spalle di Buffon. Gioia immensa, Marassi che viene giù dalla felicità. Il piccolo Genoa che abbatte la grande Juventus, alla prima sconfitta stagionale.E due ex rossoneri protagonisti. L’uno, Antonini, ceduto perchè non più voluto da Allegri. Milanista dentro, sin dalle giovanili Luca. Si è ricostruito una vita calcistica e non a Genova, dove la sua famiglia ora sta benissimo e dove lui è un protagonista della squadra ligure. E si prende anche le rivincite, proprio contro il suo vecchio allenatore che non ha creduto in lui. L’altro, Matri, ex milanista, bocciato subito l’anno scorso e spedito a Firenze senza una prova d’appello, dopo i 12 milioni spesi per prenderlo dalla Juventus, voluto proprio da Allegri. E ora al Genoa in prestito per rinascere, con l’intenzione di non tornare. Ma chissà. Al Milan, per la prima punta non va sempre bene, anzi. O segni o te ne vai. E’ successo a Matri, sta succedendo a Pazzini, e forse a Torres se non dimostrerà di essere quello di Liverpool. E il pensierino di Matri di tornare c’è, inutile negarlo. Al Genoa gioca ed è decisivo, al Milan pu essere l’arma in più. Quello che fino a qualche mese fa, era solo un brocco e uno sperpero di soldi.Come cambiano le cose in poco tempo. E quante cose cambieranno da oggi a gennaio. Quante idee, quante parole. Negli almanacchi, però, restano solo i gol e le prestazioni in campo, questo Alessandro e Luca lo sanno, Galliani anche, e se le cose continuano cosi, con la prima punta che non segna e con l’attacco che fa’ fatica, lì davanti al Milan qualcosa cambierà. E Matri sa che le porte a Milanello per lui sono sempre aperte….  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy