IBRA SI AVVICINA, SFOLTIRE ADESSO E’ UN OBBLIGO

IBRA SI AVVICINA, SFOLTIRE ADESSO E’ UN OBBLIGO

Alessandro Matri
Alessandro Matri (fonte foto Alfredo Falcone – LaPresse
20/05/2015)
Alla luce delle buone sensazioni che si avvertono a Casa Milan in merito all’arrivo di Ibrahimovic, i dirigenti rossoneri si pongono anche domande sull’eventualità di sfoltire il reparto avanzato, ricco di elementi opzionabili per più ruoli. Eventualità che si trasformerebbe in un obbligo nel caso di approdo dell’attaccante svedese.Tolti Bacca e Luiz Adriano, intoccabili per ovvie ragioni e Bonaventura, gli altri membri del reparto sono pedine di scambio soggette alla severa proprietà commutativa del mercato, per dirle in parole povere: ognuno di loro può essere ceduto. Accanto ai tre giocatori citati nel paragrafo precedente si aggiungerebbe anche Niang: il francese sta dimostrando il suo valore e gli ultimi mesi trascorsi a Genova gli sono serviti per acquisire la continuità che gli è sempre mancata.Discorso diverso per Cerci, Suso, Honda e Matri: se la permanenza del giapponese è più probabile per ragioni di esperienza (e marketing), quella degli altri tre è meno scontata. Due di loro, indipendentemente dall’arrivo di Ibra, devono partire scatenando una girandola di prestiti che può essere positiva per le loro carriere, sia per chi deve affermarsi e sia per chi deve riemergere.Ultimo punto: Jeremy Menez. Reduce da una stagione altalenante ma con un buon bottino di 16 gol, l’ex giocatore del PSG è sicuramente la pedina con più mercato fra quelle citate. Ha un contratto che lo lega sino al 2017 ma il costo del suo cartellino è accessibile per i club di fascia medio/alta. La sua volontà è quella di giocare ma l’approdo dei nuovi due innesti e il cambio di modulo chiuderebbero il suo inserimento nell’undici titolare, chiusura che potrebbe essere definitiva con la ciliegina Ibrahimovic, indi per cui una sua cessione non verrebbe accolta con stupore. Interrogativi, dubbi e colpi di scena che vedranno la luce solo alla chiusura del sipario alle ore 23 del 31 agosto.Giovanni Pesce

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy