IBRA, GODIN, HUMMELS: CON BEE IL MILAN TORNA A SOGNARE. MA SERVE CALMA

IBRA, GODIN, HUMMELS: CON BEE IL MILAN TORNA A SOGNARE. MA SERVE CALMA

Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan
ultimouomo.it
Un gruzzoletto da 450 milioni, che ovviamente il Milan non spenderà interamente nel mercato, ma di cui disporrà per allestire una buona rosa per la prossima stagione. Bee Taechaubol porta al Milan soprattutto nuova linfa, qualche milione che non guasta ad un ambiente sterile e stanco che poco ha fatto nelle ultime stagione se non cambiare allenatore. Tanti i nomi accostati al mercato rossonero nelle ultime ore con la notizia del nuovo azionista di minoranza: Zlatan Ibrahimovic, Mats Hummels e Diego Godin sono solo gli ultimi per cui il Milan ha iniziato a sognare. Serve però calma: il club di via Aldo Rossi non è il PSG, ha chiuso l’anno con un passivo di 92 milioni e il totale dei debiti del gruppo ammonta a quasi 335 milioni. Piedi per terra quindi: un “big” arriverà sicuramente, soprattutto per riaccendere la passione dei tifosi, ma per il resto il mercato estivo della società ruoterà ai soliti nomi che da tempo circolano: Bertolacci dal Genoa, Baselli dall’Atalanta sono i primi due obiettivi che il Milan vorrebbe portare a casa. Due colpi che ben si inseriscono nel più ampio progetto di un Milan giovane e azzurro. L’arrivo di Mihajlovic potrebbe portare poi Soriano, ma piacciono anche Obiang e Romagnoli. Insomma nomi di buona qualità per un Milan dalle prospettive future. Quindi l’avvertimento è: non confidare troppo nei nuovi milioni, il mercato del Milan non sarà stellare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy