I RIMPIANTI DI BERLUSCONI: MILAN, DUE ERRORI DI MERCATO GRANDI COSI’…

I RIMPIANTI DI BERLUSCONI: MILAN, DUE ERRORI DI MERCATO GRANDI COSI’…

Carlos Tevez e Paul Pogba esultano - fonte www.tuttomercatoweb.com
Carlos Tevez e Paul Pogba esultano – fonte www.tuttomercatoweb.com
Non solo la sconfitta, oltre al danno anche la beffa: la Juventus batte il Milan a San Siro per il secondo anno consecutivo e in entrambe le occasioni la firma sulla partita è di un rossonero mancato, Carlos Tevez. L’argentino, ben imbeccato da Paul Pogba, altro grande rimpianto del Diavolo, ha trafitto mortalmente Abbiati, regalando i tre punti ai bianconeri. In tribuna Galliani e Berlusconi si saranno certamente mangiando le mani, ripensando che i due erano praticamente in mano al Milan, prima che alcune decisioni del presidente e della figlia Barbara stoppassero le due trattative.    
Adriano Galliani e Carlos Tevez - fonte www.calciomercatonews.com
Adriano Galliani e Carlos Tevez – fonte www.calciomercatonews.com
Tevez-Pato-Lady B: il triangolo no, Galliani non l’aveva considerato – Come dimenticare la vicenda dell’Apache: nel gennaio 2012 il Milan aveva praticamente ceduto Alexandre Pato al PSG per una cifra vicina ai 30 milioni di euro e nel contempo Galliani aveva chiuso l’accordo con il Manchester City per acquistare a meno di 20 milioni Tevez. L’ad era certo del buon esito delle trattative, tanto da posare con il giocatore e l’agente Joorabchian in una tristemente celebre foto. Quel che l’esperto dirigente non aveva considerato era il fattore ‘B’: all’epoca infatti il Papero era il compagno di Barbara Berlusconi e un suo addio avrebbe creato problemi alla coppia. Per questo Lady B convinse il padre Silvio a bloccare il tutto, con il Milan che virò su Maxi Lopez e l’attaccante argentino che si rilanciò in Premier, prima di approdare nel 2013 alla Juventus, facendo la fortuna prima di Conte e ora di Allegri.  
Paul Pogba ai tempi del Manchester United - fonte www.telegraph.co.uk
Paul Pogba ai tempi del Manchester United – fonte www.telegraph.co.uk
Pogba e quelle commissioni di Raiola – Non tutti lo sanno ma quel gol che ha deciso Milan-Juventus sarebbe potuto essere tutto a parti invertite: non solo Tevez infatti, anche Pogba è stato vicinissimo a vestire la maglia rossonera prima di firmare per la Vecchia Signora. Il francesino infatti, in scadenza con il Manchester United , era finito nel mirino di Galliani, sempre attento a queste occasioni di mercato, ma l’ostacolo in questo caso era costituito dal procuratore del centrocampista, Mino Raiola. I rapporti tra l’agente e l’ad rossonero erano buoni, ma la famiglia Berlusconi non lo ha mai visto di buon occhio e soprattutto non apprezzava le richieste per le commissioni da parte dello stesso Raiola: l’affare sarebbe stato sì a parametro zero, ma la società di via Aldo Rossi avrebbe dovuto versare al procuratore una cifra vicina ai 10 milioni di euro, considerati troppi. Non è stata dello stesso avviso la Juventus, che nel 2012 ha accettato i termini e si è assicurata Pogba, considerato già all’epoca uno dei giovani più talentuosi nell’intero panorama mondiale.A distanza di due anni, il Milan è costretto a fare i conti con due scelte controverse, pagate a caro prezzo nelle ultime stagioni e giunte al culmine nel match di ieri sera: assist di Pogba, gol di Tevez e tanti, tanti rimpianti per i rossoneri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy