HUMMELS, GODIN E LAPORTE ADESSO IL MILAN VUOLE BLINDARE LA DIFESA

HUMMELS, GODIN E LAPORTE ADESSO IL MILAN VUOLE BLINDARE LA DIFESA

Mats Hummels
Mats Hummels (fonte foto: www.foxsports.com)
Dopo aver preso Bacca e Bertolacci, il Milan ora si concentra sulla difesa, punto di forza di tutti i Milan che storicamente hanno dominato in Italia e in Europa.TANTI NOMI, IDEE CHIARE – Sono tanti i nomi che circolano, tanti, forse troppi. Ma il club rossonero vuole un top player, un giocatore che possa essere il punto di riferimento, quel leader che negli ultimi anni è sempre mancato nella retroguardia rossonera. E per costruire la nuova casa milanista partendo dalla difesa, ci vuole un elemento d’esperienza ma che possa garantire freschezza e voglia di vincere.HUMMELS, GODIN E… – Uno dei nomi che stuzzica di più il palato della dirigenza di Via Aldo Rossi e quello del tedesco Mats Hummels, 27 anni, pilastro teutonico del Borussia Dortmund. Campione del Mondo, forza fisica e velocità, unite ad un ottima esperienza internazionale ideale per poter prendere per mano tutto il Milan e non soltanto la difesa. Ma il costo è proibitivo, soprattutto con un contratto rinnovato da poco: quasi 40 milioni per uno dei pochi top player difensivi in circolazione. Prima alternativa al centrale tedesco è il 29enne uruguaiano dell’Atletico Madrid, Diego Godin, capitano della Celeste e vero perno della difesa Colchoneros. Dichiarato incedibile da Simeone, il centrale sudamericano ha una clausola rescissoria di oltre 40 milioni, cifra non indifferente e che blocca ogni trattativa. Poi ci sono i tre outsider: Abdennour, Laporte e Romagnoli, esplosi da poco ma con grandi margini di miglioramento. Per prenderli ci sarà bisogno di oltre 20 milioni per i primi due, un po’ meno per l’italiano, ma certamente i tre sono più abbordabili delle prime scelte anche se nascondono più incertezze. Gli altri nomi in lizza, i vari Glik, Maksimovic, Astori e chi più ne ha più ne metta, sembrano solo nomi di ripiego che non risolverebbero da soli i problemi cronici della difesa del Milan.CHE AFFOLLAMENTO! – Difesa che allo stato attuale delle cose  però è ancora troppo affollata. In questo caso è difficile pensare infatti a nuovi acquisti se prima non ci saranno cessioni. Dato per scontato il rinnovo di Mexes, voluto da Berlusconi, e le conferme di Abate, Antonelli, De Sciglio e Paletta, gli altri giocatori sono tutti o quasi in bilico. Il rinnovo di Bonera sembra allontanarsi, mentre Bocchetti è già tornato in Russia. Per Zaccardo e Albertazzi si aspettano offerte concrete, mentre per Alex tutto dipenderà dalla sua voglia di tornare in Brasile e dalla sua tenuta fisica. Per il resto, l’arrivo del giovane Rodrigo Ely, presuppone che uno tra Rami e Zapata debba partire. Il francese ha mercato, ma la richiesta rossonera di 7 milioni scoraggia gli estimatori,  Siviglia e Lione su tutti. Ci sarà quindi molto da lavorare nei prossimi giorni in casa Milan, e non solo per attacco e centrocampo.Perchè la ricostruzione parte anche da dietro e non si vince con i soli attaccanti. Sacchi, Capello e Ancelotti insegnano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy