FOCUS PM – ZAPPACOSTA E BASELLI: LA MEGLIO GIOVENTU’ BERGAMASCA

FOCUS PM – ZAPPACOSTA E BASELLI: LA MEGLIO GIOVENTU’ BERGAMASCA

Davide Zappacosta - fonte www.calcionews24.com
Davide Zappacosta – fonte www.calcionews24.com
L’Atalanta è famosa in Italia e non solo per un settore giovanile all’avanguardia che con grande regolarità ha lanciato giovani sul panorama calcistico italiano. Basti citare tre nomi dell’eccellenza della Serie A: Giacinto Facchetti, Gaetano Scirea e Roberto Donadoni. Tutti prodotti del settore giovanile bergamasco, sotto la supervisione del grande stratega in materia, Mino Favini, un maestro nell’addocchiare e formare prima l’uomo e poi il calciatore.Anche quest’anno i bergamaschi hanno parecchi elementi in squadra che sono ricercati dalle big, due nomi fra tutti, Davide Zappacosta e Daniele Baselli. Zappacosta classe ’92, nativo di Sora, è un terzino destro all’occorrenza è in grado di giocare esterno di centrocampo qualora  il modulo con la difesa a tre lo richieda. Questa posizione da esterno Zappacosta l’ha ricoperta sopratutto con Rastelli all’Avellino, mentre mister Colantuono preferisce tenerlo più bloccato facendolo giocare come esterno difensivo. Quest’anno, ha già siglato due reti con la maglia dell’Atalanta, nelle prime due partite del 2015, ossia nella trasferta di Genova e nel pareggio interno con il Chievo. Il ragazzo, inoltre è un punto fermo della nazionale under 21 di Di Biagio e quest’anno i campionati europei dell’estate 2015 saranno un’ottima vetrina per farsi conoscere nel panorama del calcio europeo.Altro pezzo da novanta della rosa atalantina è Daniele Baselli,bresciano di Manerbio anch’egli classe ’92, centrocampista centrale. Dopo aver fatto tutta la trafila del settore giovanile è andato per due stagioni a fare esperienza al Cittadella in Serie B, tornando a casa nel 2013. Colantuono l’ha collocato in mezzo al campo sfruttando la sua ottima visione di gioco e la sua abilità nei passaggi smarcanti per i compagni. E’ considerato l’erede di Pirlo, per il piede  dolce e per la precisione che ha nel servire i compagni, paragone scomodo, ma che se da un lato può essere considerato ingombrante dall’altro canto è anche molto stimolante. Con la maglia nerazzurra ha incantato con belle prestazioni e personalità, ma purtroppo non è ancora riuscito ad andare in gol.Zappacosta e Baselli con le loro prestazioni hanno attirato su di loro l’attenzione dei grandi club fra cui il Milan, sopratutto con Baselli che farebbe comodo alla società di via Aldo Rossi che scarseggia alla voce centrocampisti con i piedi buoni. Matteo Anobile

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy