FOCUS PM – VAN GINKEL: SE E’ QUESTO, MEGLIO CHE TORNI AL CHELSEA

FOCUS PM – VAN GINKEL: SE E’ QUESTO, MEGLIO CHE TORNI AL CHELSEA

Marco Van Ginkel (fonte foto: www.goal.com)
Marco Van Ginkel (fonte foto: www.goal.com)
Arrivato al Milan, contro la sua volontà, con un prestito secco da parte del Chelsea, Marco Van Ginkel sarebbe dovuto essere una delle armi in più di questo Milan. Fortemente voluto dalla dirigenza rossonera Galliani per portarlo a Milano ha dovuto convincerlo perchè il ragazzo non voleva lasciare il Chelsea, dove comunque sarebbe stato una delle ultimissime scelte. A 22 anni e con un infortunio di 9 mesi alle spalle il Milan sembrava l’occasione giusta per tornare il giocatore visto al Vitesse e che aveva stregato il Chelsea.A 5 mesi di distanza le cose però hanno preso una piega ben diversa: Van Ginkel ha giocato pochissimo, solo 171 minuti in stagione, e non ha mai convinto. Esordisce ad Empoli, assieme a Torres, alla quinta giornata di campionato, ma dopo nemmeno un tempo deve abbandonare per un infortunio alla caviglia. Da li in poi tanta infermeria e altrettanta panchina, fino al 30 novembre quando gioca 89 minuti contro l’Udinese. Il Milan, vince, ma di lui (quasi) nessun segno. Timido, impacciato, in difficoltà quando deve difendere e poco ispirato quando deve creare e non è un caso che la settimana successiva Inzaghi lo rispedisca in panchina. Le cose però potrebbero migliorare, Marco sembra stare bene e gli servirebbe solo la forma, invece un duro fallo di Muntari in allenamento gli costa uno stop di altri due mesi, fino alla partita di Roma quando, contro la Lazio, torna titolare a sorpresa. Anche all’Olimpico però va in scena lo stesso copione: personalità, carisma, geometrie latitano, mentre dal suo lato del campo Candreva salta lui e Armero come vuole, ad ogni occasione e non è un caso che il sacrificato sia lui per passare dal 4-3-3 al 4-2-3-1.A questo punto è impossibile non domandarsi se i problemi derivino da una serie lunghissima e pesante di infortuni, dalla scarsa determinazione del ragazzo, che ricordiamolo arrivato al Milan contro voglia, o se, semplicemente, il ragazzo non sia all’altezza di certi palcoscenici. Una cosa è certa, qualche altra occasione per valutarlo meglio sarebbe gradita, ma serve un cambio di passo e anche in fretta, altrimenti Van Ginkel andrà ad aggiungersi alla lunghissima lista di acquisti sbagliati dal Milan in questi ultimi anni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy