FOCUS PM – TROPPI INFORTUNI, QUALCOSA DEVE CAMBIARE

FOCUS PM – TROPPI INFORTUNI, QUALCOSA DEVE CAMBIARE

MilanLab - fonte foto: chiropractordevriese.be
MilanLab – fonte foto: chiropractordevriese.be
Da qualche anno a questa parte, il Milan sembra essere perseguitato da una maledizione incredibile e difficilissima da esorcizzare: quella degli infortuni. La lunga sequela di infortunati ha dell’incredibile, specialmente dall’inizio di un 2015 quanto mai nefasto per i colori rossoneri: fino alla gara con la Juventus sono stati 13 infortuni che hanno portato il Milan a 13 punti dal Napoli che, prima della sosta, aveva accumulato gli stessi 25 punti dei rossoneri. La gara interna di ieri contro l’Empoli ha visto però un ulteriore aggiornamento del non invidiabile record del Milan: Zaccardo ha dato forfait prima del match; il suo sostituto, Alex, è stato costretto ad uscire per una frattura al naso dopo solo 8 minuti di gioco; Paletta, dopo un match tutt’altro che positivo contro gli indiavolati empolesi, ha riportato uno stiramento ai flessori della coscia sinistra. Un vero e proprio lazzaretto rossonero, non calcolando la botta alla spalla di Bonaventura che non dovrebbe causare ulteriori stop per il Jolly del Milan. Il dato aggiornato in casa rossonera parla quindi di ben 16 infortuni, siano essi di natura muscolare o traumatica: un dato sicuramente allarmante per una società che fino a pochi anni fa era all’avanguardia con il futuristico MilanLab. Dopo un primo tempo in cui il centro di ricerca scientifica rossonero sembrava aiutare il Milan a ottimizzare e potenziare le energie dei giocatori, dal famigerato caso Pato in poi, sembra che non venga più azzeccata una scelta sulla prevenzione degli infortuni. La domanda che si pongono i tifosi e non solo quindi è: MilanLab serve a qualcosa?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy