FOCUS PM – PASQUAL: IL PARAMETRO ZERO CHE PIACE AL MILAN, SULLE ORME DI MONTOLIVO

FOCUS PM – PASQUAL: IL PARAMETRO ZERO CHE PIACE AL MILAN, SULLE ORME DI MONTOLIVO

Manuel Pasqual (fonte foto: iamnaples.it)
Manuel Pasqual (fonte foto: iamnaples.it)
«Per me è il terzino italiano più forte in serie A». Così si è espresso Cristian Brocchi su Manuel Pasqual, trentaduenne difensore della Fiorentina. Il tecnico della Primvera milanista lo aveva elogiato per la prima volta nel gennaio 2009, alla vigilia della sfida vinta con gol di Pato, e poi nel settembre 2013 per la convocazione in Nazionale contro la Repubblica Ceca. In quell’occasione affermò:«Penso che la convocazione in Nazionale sia ampiamente meritata perché Manuel ha dimostrato di avere un ottimo rendimento, grandi qualità e nulla da invidiare ad altri che hanno avuto la fortuna di far parte in pianta stabile del giro Azzurro».Pasqual è stato anche un obiettivo di Inzaghi. Nonostante il diretto interessato abbia fatto intendere di voler chiudere la carriera a Firenze, nell’ultimo calciomercato il tecnico aveva più volte chiesto l’acquisto del difensore veneto, ma la dirigenza (Galliani in primis) disse no. La scelta del mister era (ed è tuttora) giustificata dal fatto che, essendo terzino sinistro, era considerato una valida alternativa a De Sciglio che, essendo ambidestro, può essere schierato su entrambe le fasce (se così fosse Abate finirebbe in panchina e chiederebbe di essere ceduto pur di giocare). Nonostante il rifiuto della scorsa estate anche Galliani potrebbe ricredersi e fare un pensierino al difensore viola: il prossimo giugno, infatti, andrà in scadenza di contratto e al momento la Fiorentina non glielo ha ancora rinnovato. Non ci sarebbero problemi legati all’ingaggio, dato che Pasqual guadagna poco più di 1 milione a stagione (1,05 per l’esattezza), e nemmeno perplessità di caratura internazionale, avendo disputato diverse edizioni di Coppa UEFA/Europa League (semifinalista nel 2007-08) e due edizioni di Champions League (2008-09 e 2009-10), oltre ad alcune partite con la Nazionale A (per esempio l’amichevole contro la Germania vinta 4-1 a Firenze nel 2006). Se l’affare andasse in porto l’arrivo di Manuel Pasqual sarebbe simile a quello di Riccardo Montolivo nel 2012: l’allora centrocampista fiorentino arrivò a parametro zero dopo aver rifiutato il rinnovo contrattuale, e in poco tempo conquistò la fiducia dei compagni e di mister Allegri fino a diventare capitano dopo la partenza di Ambrosini.Manuel Pasqual non è certo Paolo Maldini o Roberto Donadoni (può giocare come esterno in un centrocampo a 5), ma viste le difficoltà difensive in questo inizio di stagione (10 gol presi in 7 partite, peggior difesa delle prime posizioni) il suo arrivo è meglio di niente. Stefano Sette

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy