FOCUS PM – MONTOLIVO: RIENTRO AZZARDATO MA POSITIVO

FOCUS PM – MONTOLIVO: RIENTRO AZZARDATO MA POSITIVO

Riccardo Montolivo (fonte foto: www.goal.com)
Riccardo Montolivo (fonte foto: www.goal.com)
Gli ultimi mesi, sportivamente parlando, non sono certo stati facili per Riccardo Montolivo. Il 31 maggio, durante Italia-Irlanda, amichevole di avvicinamento al Mondiale, il Capitano rossonero si è rotto la tibia sinistra. Un infortunio molto doloroso, con tempi di recupero lunghissimi, che lo ha privato del Mondiale prima e dell’inizio di stagione con il Milan poi. In questi mesi “Monto” ha lavorato incessantemente per tornare il prima possibile, il Milan invece ha dovuto fare di necessità virtù, schierando un centrocampo spesso non all’altezza del blasone rossonero.Il calvario del Capitano è finito il 30 novembre, quando finalmente è tornato in campo, contro l’Udinese. In quell’occasione però si è trattato di una passerella e nulla più. Montolivo, subentrato nel finale, ha giocato qualche minuto e ha ritrovato il calore del suo pubblico. Il suo vero esordio, di fatto, è stato ieri a Genova. Filippo Inzaghi ha voluto testarlo dal primo minuto, una scommessa azzardata quel tecnico, ma vinta. Contro un Genoa indiavolato, che spesso andava molto più veloce dei rossoneri, Riccardo non ha sfigurato, anzi è stato uno dei pochi a salvarsi tra i milanisti. Entrato subito nel vivo del gioco rossonero, dai suoi piedi sono partite diverse trame interessanti e in fase di copertura, non ha sofferto più di tanto.Inevitabile, nel secondo tempo, la sostituzione. Montolivo non ha ancora i 90 minuti nelle gambe e in certi frangenti è sembrato ancora imballato, ma la sensazione è che il centrocampo del Milan, con il suo rientro, abbia finalmente trovato quel giocatore tanto a lungo cercato, un uomo in grado di abbinare qualità e quantità. Domenica arriva il Napoli, difficile pensare a lui in campo per 90 minuti, ma visti gli ottimi risultati di questo primo esperimento le chance di rivederlo in campo da titolare, di nuovo, ci sono. Anche perchè le alternative, almeno fino a questo momento, hanno fatto di tutto per farlo rimpiangere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy