FOCUS PM, MARAN: L’UOMO DELLA SVOLTA CLIVENSE

FOCUS PM, MARAN: L’UOMO DELLA SVOLTA CLIVENSE

Maran e Campedelli (fonte foto: www.dailymail.co.uk)
Maran e Campedelli (fonte foto: www.dailymail.co.uk)
Questa sera, ore 20.45, Milan affronterà, a Verona, il Chievo, nell’ anticipo di serie A del sabato sera. Il Chievo cerca punti pesanti in chiave salvezza e scenderà in campo con la determinazione tipica del suo allenatore. A guidare i gialloblù infatti è Rolando Maran, tecnico esparto e dalle mille risorse, il classico allenatore diventato grande dopo una lunga gavetta, un allenatore che nella sua carriera non ha mai preteso nulla ma si è conquistato tutto con sudore e lavorando sodo. La lunga carrier del tecnico clivense è iniziata alla guida di Cittadella, poi tantissime alter tappe, spesso importanti, ma sempre in Serie B:Brescia, Bari, Triestina, Vicenza e Varese.La grande, grandissima occasione si chiama Catania e il tecnico l’ha sfruttata al meglio; era il 2012/2013 e con lui alla guida la squadra etnea, ha stabilito il suo record di punti in stagione, ben 56, con l’Europa sfuggita per un soffio. La stagione successive, complice anche un mercato non all’altezza della società, non inizia nel migliore dei modi, anzi. Il 20 ottobre arriva l’esonero, seguito dal ritorno di gennaio. Una seconda avventura con gli etnei, che finisce con un’altro esonero, il 6 aprile, dopo 5 sconfitte consecutive. Il Catania, chiuderà la stagione con la retrocessione, ma il lavoro di Maran è buono e gli vale, quest’anno una chiamata in corsa da parte del Chievo.I veneti infatti non riescono ad ingranare e a pagarne le conseguenze è la bandiera Eugenio Corini. Per Maran, il Chievo è un ritorno, aveva infatti già conquistato due titoli in serie C2 come allenatore in seconda.Con lui la squadra si è rissolevata, i gol sono pochi, ma anche quelli subiti. Il suo Chievo si chiude bene e riparte sfruttando la velocità di alcuni elementi chiave. Settimana scorsa è arrivata una sconfitta pensante con l’Empoli,  ma la classifica per ora è buona. La lotta per la salvezza è ancora apertissima e il Chievo, come il suo allenatore, non ha nessuna intenzione di scendere di categoria. Milan quindi avvisato, al Bentegodi sarà una guerra e Maran non ha nessuna intenzione di uscirne sconfitto.Dario Bombelli @daribomba98

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy