FOCUS PM – ECCO I 4 MODELLI PER IL NUOVO STADIO DEL MILAN

FOCUS PM – ECCO I 4 MODELLI PER IL NUOVO STADIO DEL MILAN

Come vi avevamo anticipato nella nostra inchiesta del 2014, il Milan è pronto a lasciare San Siro per trasferirsi in una nuova e più moderna sede. Oggi è stato svelato il progetto della nuova struttura e, come rivelato dall’architetto Faroldi, sono quattro gli impianti a cui si sono ispirati i rossoneri: San Mames, Emirates Stadium, St. Jakob-Park e Neuchatel Xamax Stadium. PianetaMilan.it vi propone una scheda di presentazione di questi quattro stadi, per cominciare a scoprire cosa aspettarsi dalla nuova casa del Milan!

Lo stadio San Mames, casa dell'Athletic Bilbao - fonte www.sanmames.org
Lo stadio San Mames, casa dell’Athletic Bilbao – fonte www.sanmames.org
ESTADIO SAN MAMESSquadra: Athletic Club de BilbaoCapienza: 53.562Data costruzione: Inizio lavori 2009 – fine lavori Luglio 2014 – nuovi aggiornamenti Marzo 2015Costo: Circa 220 milioni di Euro  
L'interno dell'Estadio San Mames - fonte www.marca.com
L’interno dell’Estadio San Mames – fonte www.marca.com
Il nuovo San Mames ospita i baschi dell’Athletic dal 2013 in una cornice pittoresca e affascinante. I costi per la sua costruzione non hanno gravato eccessivamente sulle casse del club: è stata creata infatti una società, la San Mames Barria, tra i quali soci figura proprio il Bilbao e che tuttora detiene la proprietà dell’impianto. L’Athletic consente così ai suoi tifosi di poter vivere le partite con grande calore e, come sostenuto anche da molti giocatori della Liga, questo risulta essere uno dei campi più belli e difficili d’Europa. L’impianto però non è solo dedicato al calcio, ma è attento anche alle esigenze della città. Ospita infatti un polo tecnologico dell’Università e offre un attrezzatissimo centro per gli sport acquatici: dispone di una piscina olimpionica multifunzionale, adatta sia per il nuoto agonistico che per quello ricreativo, e ha anche zone dedicate al fitness e al benessere. Numerose poi le attività commerciali collegate, il tutto facilmente accessibile, grazie alla realizzazione di una nuova strada d’accesso appositamente dedicata. Grande l’affluenza di giovani e non, che possono godere di questa magnifica struttura a 360°, con il club che sorride per gli oltre 50 milioni annui di utili. 
Emirates Stadium, casa dell'Arsenal - fonte www.dailymail.co.uk
Emirates Stadium, casa dell’Arsenal – fonte www.dailymail.co.uk
EMIRATES STADIUMSquadra: ArsenalCapienza: 60.338Data costruzione: Inizio lavori 2004 – fine lavori Luglio 2006Costo: Circa 490 milioni di euro  
Interno dell'Emirates Stadium, che ospita le gare dell'Arsenal - fonte www.bettingexpert.com
Interno dell’Emirates Stadium, che ospita le gare dell’Arsenal – fonte www.bettingexpert.com
Lasciare la storica casa di Highbury non era facile per i tifosi, ma l’Arsenal è riuscito in questa grande impresa realizzando lo stadio dei sogni, indicato dall’UEFA addirittura come il modello di riferimento per tutti gli impianti europei. Costi elevatissimi, ma risultato straordinario: il complesso, realizzato in vetro e acciaio, già dall’esterno riesce a strabiliare gli spettatori, ben convogliati alla struttura esclusivamente per vie pedonali (con questa finalità sono state predisposte efficienti linee di superficie e di metropolitana per accedervi), e la copertura delle tribune, in vetro ondulato, conferisce un aspetto moderno e leggero alla struttura. Intorno allo stadio poi si sviluppa una zona riqualificata nella quale trovano spazio residenze di lusso ed attività commerciali, situate anche all’interno dell’edificio sportivo assieme a numerosi bar e ristoranti. Virtuosa anche la gestione dei terreni dell’Highbury, nel quale sono stati erette abitazioni a basso costo che hanno garantito un buon guadagno al club e grandi premi e plausi da parte di Londra e dell’UEFA. Parlando di incassi poi, l’Arsenal ha conosciuto grazie all’Emirates uno sviluppo impressionante: tra i guadagni per gli sponsor e per le attività commerciali di vario tipo (lo stadio è aperto anche quando non ci sono partite), e per la vendita dei biglietti/abbonamenti, i Gunners guadagnano oltre 110 milioni di euro, con la straordinaria media di oltre un milione di euro a partita. Innovazione e marketing: difficile non considerare questo impianto come il top europeo di categoria. 
St. Jakob-Park - fonte www.skyscrapercity.com
St. Jakob-Park – fonte www.skyscrapercity.com
ST. JAKOB-PARKSquadra: BasileaCapienza: 42.500Data di costruzione: inizio lavori 1998 – fine lavori 2001Costo: 250 milioni di euro 
St. Jakob Park - fonte www.uk.soccerway.com
St. Jakob Park – fonte www.uk.soccerway.com
Il St. Jakob-Park è lo stadio più grande di Svizzera, una vera e propria perla nata nel 2001 e ammodernata nel corso degli anni. La federazione elvetica infatti ne fece il proprio fiore all’occhiello per Euro2008, edizione nella quale questa struttura ospitò due quarti di finale e una delle semifinali. Seppur costruito prima da un punto di vista temporale dei cosiddetti impianti moderni, lo stadio ne presenta tutte le caratteristiche. E’ ottimamente raggiungibile sia in macchina (ha un’uscita autostradale dedicata e dispone di un parcheggio per 2.100 vetture), sia con i mezzi pubblici (stazione ferroviaria dedicata e tre linee di superficie che portano alla struttura). Numerose le attività commerciali all’interno: oltre 50 negozi, comprese grandi catene e grandi marchi, distribuiti su tre piani. Due invece i ristoranti, molto apprezzati e con una grande affluenza. Lo stadio è stato premiato dall’UEFA con l’assegnazione delle 4 stelle di qualità, massima riconoscenza per impianti di queste dimensioni. 
La Maladière - fonte www.xamax.ch
La Maladière – fonte www.xamax.ch
NEUCHATEL XAMAX STADIUM (STADE DE LA MALADIERE)Squadra: Neuchatel XamaxCapienza: 12.000Data di costruzione: 2007Costo: 220 milioni di euro  
La Maladière - fonte www.info-stades.fr
La Maladière – fonte www.info-stades.fr
Stadio piccolo La Maladiere, ma strutturato per garantire al tifoso il massimo comfort: le tribune sono interamente coperte e l’impianto offre ben 10 logge VIP. La peculiarità di questo centro però sta nella sua polifunzionalità: al di là del campo utilizzato dal Neuchatel Xamax e delle altre infrastrutture sportive, lo spazio offre di tutto, dallo shopping alla… sicurezza! Presenta infatti un’area commerciale immensa: 28.000 mq sui quali sono distribuiti 54 negozi; niente paura per il parcheggio, perchè lo stadio offre un garage coperto da circa 950 posti auto. Spazio anche al benessere e al fitness, con sei palestre aperte tutti i giorni, e alla sicurezza appunto: l’impianto infatti ospita la sede centrale del corpo dei vigili del fuoco.Federico Albrizio Twitter: @Albri_Fede90

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy