FOCUS PM- ABATE: CAPITANO SENZA SQUADRA, UNA SERATA DA INCUBO

FOCUS PM- ABATE: CAPITANO SENZA SQUADRA, UNA SERATA DA INCUBO

Ignazio Abate (Fonte foto: www.vavel.com)
Ignazio Abate (Fonte foto: www.vavel.com)
‘Rigenerato’, ‘rinato’, ‘ritrovato’: si era detto tanto di questo dell’Ignazio Abate targato Pippo Inzaghi. L’avvio di stagione è stato straripante: messo da parte da Clarence Seedorf la scorsa stagione (con conseguente crisi di mercato estiva), Inzaghi ha voluto fortemente trattenerlo a Milano e i risultati si sono visti. Abate, insieme a Honda, ha trascinato il Milan ad una partenza di campionato che in pochi si sarebbero aspettati e dalla sua fascia sono partite le migliori azioni rossonere. Eppure anche per lui ieri sera è andato tutto male. C’è poco da fare se la squadra non gira ed i meccanismi non funzionano: il terzino rossonero si è trovato imbottigliato nella manovra lenta e poco ispirata dei rossoneri  ed è andato a fondo con i compagni, proprio lui che ieri era, per la prima volta, capitano della squadra. Gira e corre a vuoto, sbaglia diversi passaggi e commette troppi errori in difesa, soprattutto ad inizio partita, quando il Milan soffre maggiormente.D’altronde è l’uomo più utilizzato da Inzaghi: gli 855 minuti sinora più l’intera partita di ieri si sono fatti sentire. Le imprecisioni in fase di impostazione sono state probabilmente frutto di una mente poco lucida e appannata, anche per la stanchezza accumulata, oltre che per la pressione di essere capitano, quella di ieri del resto era la terza partita consecutiva nel giro di sette giorni, tutte giocate per intero. Viste il suo inizio di stagione, la prima da capitano avrebbe certamente meritato un match migliore per onorare la fascia. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy