FOCUS LULIC, IL JOLLY CHE PIACEVA ANCHE AL MILAN

FOCUS LULIC, IL JOLLY CHE PIACEVA ANCHE AL MILAN

mondocalcio.info
mondocalcio.info
Questa sera contro la Lazio il Milan troverà una vecchia conoscenza legata al mercato: Senad Lulic. Il giocatore bosniaco, classe 1986, è arrivato in Italia dopo essere cresciuto calcisticamente nel campionato svizzero, vestendo le maglie di Coira, Bellinzona, Grasshoppers e Young Boys. Nel 2011 è stato acquistato dalla Lazio per circa 3 milioni di euro e la scorsa estate è finito nel mirino rossonero: la società, infatti, mise gli occhi su di lui e su altri giocatori (Jackson Martínez del Porto e Clement Grenier del Lione), ma nessuna iniziativa andò in porto. Col senno di poi il mancato arrivo di Lulic è da considerare un grosso rimpianto, viste le continue sbavature in difesa (in particolare sulle palle inattive) e il poco contributo degli attaccanti, dal momento che può giocare in difesa (centrale e terzino sinistro) e a centrocampo (centrocampista di sinistra, pur essendo un destro), ed è dotato di una buona tecnica individuale: inoltre i suoi punti di forza ci sono la velocità, la resistenza, ed è abile a crossare (per questo lo hanno soprannominato Speedy Lulic). Anche sottoporta ha dimostrato di sapersela cavare e di essere pericoloso: in tre campionati e mezzo ha segnato 15 gol con la maglia biancoceleste, ed è risultato decisivo nella finale della Coppa Italia 2012-13, vinta all’Olimpico contro la Roma grazie a un suo gol. Ha un tiro potente e più volte è andato a segno da fuori area, perciò la difesa milanista dovrà tenerlo sotto sorveglianza, fermandolo nei contropiedi e impedirgli qualsiasi iniziativa. Sabato sera Inzaghi si gioca la permanenza sulla panchina rossonera, sperando che non sia un mancato acquisto della società a fargli perdere il posto. Stefano Sette

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy