FOCUS ATTACCO – MILAN, DESTRO C’E’, PAZZINI COSA FA?

FOCUS ATTACCO – MILAN, DESTRO C’E’, PAZZINI COSA FA?

Giampaolo Pazzini (fonte foto: Tuttosport.com)
Giampaolo Pazzini (fonte foto: Tuttosport.com)
Il Milan, dopo la partenza di Fernando Torres, ha deciso di investire su un attaccante di prospettiva, una prima punta mobile che possa prendere le redini del reparto: Mattia Destro. Classe ’91, Destro è stato ufficializzato questa mattina dai rossoneri: il nativo di Ascoli arriva in prestito oneroso (700 mila euro) con diritto di riscatto al termine della stagione fissato a 16 milioni di euro. Un investimento importante, per un giocatore che nell’ultimo periodo aveva trovato poco spazio alla Roma, chiuso dall’immortale capitano Totti: il Milan ha voluto far capire al ragazzo che crede in lui e che Inzaghi gli affiderà certamente una maglia da titolare, con un modulo disegnato apposta per esaltare le sue qualità. Il Diavolo infatti passerà al 4-4-2, con Destro che sarà affiancato in attacco da Ménez, pronto ad abbandonare le vesti del Falso Nueve per tornare a fare la mezza punta.La nuova disposizione tattica sembrerebbe dunque favorire un maggiore utilizzo anche per Giampaolo Pazzini, che però non è rimasto piacevolmente soddisfatto dall’arrivo di Destro. Nella prima parte di stagione e anche dopo il trasferimento di Torres all’Atletico Madrid, il centravanti di Pescia non ha trovato grande spazio: solo 388 minuti in campionato in 12 presenze, nessuna da titolare; Inzaghi lo ha schierato dal primo minuto solo in occasione delle due gare di Coppa Italia. L’arrivo di un altro concorrente avrebbe disturbato il Pazzo che, in scadenza di contratto a giugno, starebbe seriamente considerando la possibilità di lasciare il Milan, tentato da due squadre di punta in cerca di un bomber di scorta: Juventus e Lazio. I bianconeri devono sostituire il partente Giovinco (destinazione Toronto) e qualora non dovessero arrivare a Osvaldo punterebbero su Pazzini: suo sponsor poi il tecnico Allegri, con il quale aveva un grande feeling proprio in rossonero. I biancocelesti invece hanno bisogno di una soluzione di emergenza per rimpiazzare l’infortunato Djordjevic: il solo Klose non può bastare per continuare la cavalcata verso la Champions League e tra il Pazzo e la prima alternativa Bergessio, Mister Pioli gradirebbe più il made in Italy.
Stefano Okaka (fonte foto: www.goal.com)
Stefano Okaka (fonte foto: www.goal.com)
E il Milan? Un eventuale addio di Pazzini aprirebbe una nuova voragine in attacco e costringerebbe i rossoneri a tornare sul mercato: con il nuovo modulo sarebbe impensabile cercare di finire la stagione con i soli Destro e Menez come soluzioni in attacco. Ecco dunque perché Galliani sta mantenendo vivi i contatti con la Sampdoria per Stefano Okaka: l’attaccante, in scadenza a giugno 2016, non ha intenzione di rinnovare il proprio contratto ed è in rotta con la società; per questo, nonostante le smentite di rito, i blucerchiati sono disposti ad ascoltare offerte per lui, considerando anche gli arrivi di Eto’o e Muriel, che dovrebbero presto prendersi l’attacco dei genovesi. Tutto ruota dunque intorno a Pazzini: il Milan potrebbe regalare i tifosi un nuovo attaccante dopo Destro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy