DIFESA MILAN, NON SOLO CENTRALI. MANCA ANCHE UN TERZINO

DIFESA MILAN, NON SOLO CENTRALI. MANCA ANCHE UN TERZINO

Abate, Honda, Alex, e De Sciglio esultano per un gol del Milan - fonte www.acmilan.com
Abate, Honda, Alex, e De Sciglio esultano per un gol del Milan – fonte www.acmilan.com
Il restyling del Milan, come da tradizione, è partito dal reparto offensivo con l’acquisto di Bacca per poi spostarsi sul centrocampo dove per ora è stato ufficializzato soltanto Bertolacci.Al momento sono gli unici colpi di un Milan che viene già accusato di aver staccato assegni troppo importanti per giocatori non di altissima fascia, dimenticando che operazioni scellerate di altre società sono passate sotto traccia senza tutta questa cassa mediatica.Nel reparto difensivo, invece, tutto tace se escludiamo il mancato rinnovo di Bonera, la cessione di Rami al Siviglia e il prolungamento del contratto di Mexes.Se ne andranno sia Zaccardo sia Albertazzi dopo le loro esperienze poco fortunate con la maglia rossonera. Il primo arrivato nel gennaio 2013 ha giocato la miseria di 16 partite venendo messo spesso nel dimenticatoio mentre il secondo dopo il rientro dal Verona non ha mai giocato un minuto rendendo incomprensibile il suo ritorno.In pratica se nei difensori centrali il Milan è moderatamente tranquillo con Mexes, Alex, Paletta e Zapata, il problema riguarda i terzini riproponendo sempre l’annoso problema di trovare dei giocatori in grado di fare bene entrambe le fasi e soprattutto crossare in modo decente.A destra i padroni sono Abate e, salvo infortuni, De Sciglio, mentre a sinistra Antonelli ha dimostrato di essere all’altezza nel mezzo campionato disputato l’anno scorso e merita di essere considerato assolutamente un punto fermo da cui ripartire.Anche spostando De Sciglio a sinistra comunque, manca un terzino di spessore e qualità, come poteva essere Dani Alves e sul mercato non è che ci sia tutta questa abbondanza perché come sempre i migliori costano e le squadre forti o se li tengono o ti anticipano nelle trattative.L’opera di ristrutturazione è appena iniziata e da come sembra, sta facendo il percorso a ritroso e cioè dall’attacco alla difesa, sperando che non sia troppo tardi e che si facciano colpi mirati per aumentare il livello di competitività della rosa perché come dice Galliani i campionati li vince chi subisce meno goal.Davide Benericetti 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy