DE SCIGLIO, CHE SUCCEDE?

DE SCIGLIO, CHE SUCCEDE?

Mattia De Sciglio (fonte foto: goal.com)
Mattia De Sciglio (fonte foto: goal.com)
Tra le note più negative della gara contro la Fiorentina c’è sicuramente la prestazione di Mattia De Sciglio. Il giovane terzino del Milan non sta vivendo un avvio di stagione facile, caratterizzato da un ritardo di condizione atletica e da molti errori individuali sia in fase difensiva che in appoggio alla manovra. Dopo un avvio sufficiente contro la squadra di Montella infatti, nella ripresa il giocatore anche della Nazionale è calato notevolmente, sparito completamente dalle manovre offensive e mostrandosi disattento dietro, con un errore in palleggio costato anche il pari degli ospiti.Eppure al Bentegodi contro l’Hellas sembrava esserci stata la svolta decisiva per Mattia: una partita convincente, sotto tutti i punti di vista. Allontanati gli spettri dei disastri visti contro Empoli e Cesena, tutto era pronto per il rilancio definitivo del ragazzo, ma la Viola ha riportato a galla tutte le difficoltà delle prime uscite: tanto grintoso nella prima frazione di gioco, soprattutto nella marcatura di Cuadrado, tanto molle e disordinato nel secondo tempo. I tifosi ora sono preoccupati, anche perché i suoi errori coincidono spesso con pericolose occasioni da rete per gli avversari o addirittura, come nella gara di ieri sera, con un gol subito per i rossoneri: da un suo passaggio sbagliato infatti è nata l’azione che ha portato alla rete di Ilicic, autore peraltro di una splendida conclusione dal limite. Al di là dell’episodio, nel complesso non si registrano azioni offensive efficaci di De Sciglio: anche nel forcing finale del Milan per ritrovare il vantaggio, Mattia non ha fornito alcun supporto agli esterni d’attacco, limitandosi a contenere le (poche) folate della Fiorentina.Ma a cosa sono dovuti questi cali? Il ragazzo sembra avere tutto quello di cui ha bisogno un calciatore per esprimersi al meglio. L’ambiente lo adora: vista la sua carriera, dalle giovanili rossonere alla prima squadra, è diventato presto uno dei beniamini di San Siro, soprattutto delle Curva Sud, che non manca mai di intonare cori per lui. Mattia gode anche della piena fiducia di Inzaghi, che ha più volte ribadito di puntare fortemente su di lui, tanto da riportarlo a sinistra: con l’arrivo di Seedorf infatti il terzino era stato spostato sulla destra, soluzione che lo stesso giocatore non apprezza particolarmente poiché limiterebbe le sue possibilità di accentrarsi e calciare verso la porta avversaria. Inoltre il Milan sembrerebbe non avere alternative a lui: Armero infatti non convince lo staff tecnico e difficilmente verrà impiegato come laterale basso in questo avvio di stagione. Potrebbe essere proprio questo ultimo punto il vero problema di De Sciglio: la mancanza di concorrenza potrebbe far sentire il ragazzo fin troppo tranquillo della maglia da titolare, portando così a pericolosi cali di attenzione, come accaduto proprio nell’ultima gara. I tifosi sperano che il quadro non sia questo, visto che questa situazione non sarebbe risolvibile fino a gennaio, all’apertura del prossimo mercato: i rossoneri dovrebbero tornare sul mercato alla ricerca di un nuovo terzino, un nuovo innesto che potrebbe incalzare Mattia e restituirgli la giusta cattiveria per tornare quel ragazzo terribile che aveva sorpreso tutti nelle prime due stagioni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy